Orsa uccisa a colpi di arma da fuoco in Abruzzo

(COLORnews) – ROMA, 1 SET – Una femmina di orsa di nome Amarena è stata uccisa giovedì nella tarda serata da un uomo con un colpo di fucile alla periferia della cittadina abruzzese di San Benedetto dei Marsi, nel Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise (Pnalm). detto venerdì.


L’uomo che ha ucciso l’animale è stato identificato dai ranger del parco e interrogato dai Carabinieri.


La sparatoria è avvenuta fuori dal parco nazionale.


“Ho sparato perché avevo paura ma volevo uccidere”, ha raccontato l’uomo ai Carabinieri, riferiscono fonti.


“L’ho trovato nella mia proprietà. È stato un atto impulsivo, istintivo”.


Il Pnalm ha definito l’uccisione “ingiustificata” e causando danni ingenti, poiché aveva fatto fuori la femmina più prolifica del parco, sottolineando che Amarena “non ha mai causato alcun tipo di problema all’uomo”.


Ha detto che ora cercherà di trovare i due cuccioli di Amarena e valuterà cosa fare con loro.


Il governatore dell’Abruzzo Marco Marsilio ha descritto l’uccisione come “incomprensibile” e “un atto molto grave contro l’intera regione che ci lascia con dolore e rabbia”. Il sindaco di San Benedetto dei Marsi Antonio Cerasani ha detto che Amarena e i suoi cuccioli erano stati visti in città negli ultimi tempi giorni.


Un’orsa di 17 anni ha ucciso un uomo nella provincia settentrionale di Trento all’inizio di quest’anno.


Jj4 è sequestrato da metà aprile al Santuario del Casteller, a Trento, dopo aver aggredito e ucciso il 5 aprile il trail runner 26enne Andrea Papi sul Monte Peller, vicino alla cittadina alpina di Caldes. (COLORnews).

TUTTI I DIRITTI RISERVATI © Copyright COLORnews

Ultime Notizie

Back to top button