Pompei porta alla luce una sala per banchetti nera con splendidi affreschi

Gli affreschi sono considerati tra i più belli mai trovati a Pompei.

Una sala per banchetti nera con affreschi immacolati raffiguranti figure mitologiche greche è stata svelata a Pompei, l’antica città romana sepolta da un’eruzione del Vesuvio nel 79 d.C.

Gli affreschi perfettamente conservati, considerati dagli archeologi tra i più belli mai rinvenuti a Pompei, raffigurano figure ispirate alla guerra di Troia.

Lo scavo, iniziato lo scorso anno nella zona Regio IX della città antica, ha portato alla luce splendidi affreschi del principe Paride con Elena di Troia e del dio Apollo con la sacerdotessa Cassandra.

La stanza, lunga 16 metri e larga sei, è collegata ad un cortile aperto e il suo pavimento è ricoperto da un mosaico bianco intatto.

“Le pareti erano nere per non far vedere il fumo delle lampade appese alle pareti – ha dichiarato il direttore del Parco Archeologico di Pompei Gabriel Zuchtriegel – Qui si riunivano per banchettare dopo il tramonto, la luce tremolante delle lampade faceva sembrare le immagini in movimento, soprattutto dopo qualche bicchiere di buon vino campano.”

“Pompei è davvero uno scrigno che non finisce mai di sorprenderci”, ha dichiarato in una nota il ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano, aggiungendo: “Ogni volta che scaviamo troviamo qualcosa di bello e di significativo”.

La scoperta è l’ultima mozzafiato della città romana che il mese scorso ha presentato un affresco appena portato alla luce raffigurante i gemelli mitologici greci Phrixus ed Helle.

Per tutti i dettagli della nuova scoperta consultare il sito web dei Siti di Pompei. Foto per gentile concessione dei Siti di Pompei.

Ultime Notizie

Back to top button