Potere d’acquisto italiano in calo del 54% nel 2022

Il potere d’acquisto italiano è sceso del 54% nell’ultimo anno, ha detto lunedì il think tank sociale ed economico NOMISMA.
Un italiano su quattro nell’ultimo anno ha dichiarato di aver speso tutto quello che guadagnava, il 26% delle famiglie teme di non arrivare a fine mese e il 38% dei risparmiatori lo fa per incertezza sul futuro. Osservatorio Mondiale.

La capacità di risparmiare è diminuita per oltre la metà degli intervistati, afferma il rapporto.
Sulla scia della pandemia di Covid-19, della guerra in Ucraina, dell’impennata dei costi energetici e della ripresa dell’inflazione, si è accentuato un clima di incertezza, afferma il rapporto su un campione rappresentativo di italiani di età compresa tra i 18 e i 65 anni.

Nell’ultimo anno, si legge nel rapporto, l’88% delle famiglie ha adottato strategie mirate di risparmio per far fronte alla crisi del costo della vita.

Nonostante ciò, circa il 14% degli intervistati ha dichiarato di guadagnare meno del necessario per tirare avanti.
Un quarto delle famiglie italiane ha dichiarato di aver speso tutto il proprio denaro per l’essenziale mentre solo un italiano su due ha dichiarato di aver speso meno di quanto guadagnato, riuscendo a risparmiare senza dover rinunciare a troppo.

Ultime Notizie

Back to top button