Potresti essere “grasso” e non rendertene conto? Gli esperti propongono una revisione delle regole sul BMI che significherebbe che la persona media sopra i 40 anni verrebbe riclassificata come obesa

Milioni di inglesi in più potrebbero essere etichettati come obesi in una proposta di grande riorganizzazione del sistema di classificazione dell’indice di massa corporea (BMI).

Il rapporto peso-altezza è sostenuto dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e utilizzato dai medici per determinare se una persona è a rischio di una serie di malattie come diabete, infarti e ictus a causa del grasso in eccesso.

Con il sistema attuale, un punteggio compreso tra 18,5 e 25 è considerato salutare. Un punteggio compreso tra 25 e 29 conta come sovrappeso, mentre oltre 30 significa che una persona è obesa, la fase in cui le probabilità di malattia aumentano vertiginosamente.

Ma ora una ricerca italiana suggerisce che il modello necessita di una revisione per gli over 40: chiunque abbia un BMI pari o superiore a 27 dovrebbe essere classificato come obeso.

I dati del Servizio Sanitario Nazionale mostrano che solo il 26% degli adulti ha un BMI superiore a 30.

Anche celebrità come la star di Avengers Chris Hemsworth, l’attrice australiana Rebel Wilson e il britannico Tom Hardy si ribalterebbero tecnicamente in un BMI “obeso” con il cambiamento proposto

Secondo il sistema BMI, un punteggio compreso tra 18,5 e 25 è considerato sano.  Un punteggio compreso tra 25 e 29 conta come sovrappeso, mentre oltre 30 significa che una persona è obesa, la fase in cui le probabilità di malattia aumentano vertiginosamente.

Secondo il sistema BMI, un punteggio compreso tra 18,5 e 25 è considerato sano. Un punteggio compreso tra 25 e 29 conta come sovrappeso, mentre oltre 30 significa che una persona è obesa, la fase in cui le probabilità di malattia aumentano vertiginosamente.

Secondo le nuove proiezioni di Cancer Research UK, entro il 2040 oltre 42 milioni di adulti nel Regno Unito saranno sovrappeso o obesi

Secondo le proiezioni di Cancer Research UK, entro il 2040 oltre 42 milioni di adulti nel Regno Unito saranno sovrappeso o obesi

Ma il BMI medio di tutti gli adulti sopra i 40 anni nel Regno Unito varia tra 27,7 e 27,6, suggerendo che la maggioranza sarebbe dichiarata obesa e a rischio, in base alla revisione proposta.

Significa che molte persone potrebbero, in teoria, essere obese senza rendersene conto.

Anche celebrità come la star di Avengers Chris Hemsworth, l’attrice australiana Rebel Wilson e l’attore britannico Tom Hardy si ribalterebbero tecnicamente in un BMI “obeso” a causa dei cambiamenti.

Presentando i loro risultati al Congresso europeo sull’obesità a Venezia, gli autori del nuovo studio hanno affermato che l’attuale soglia BMI per l’obesità potrebbe non essere adatta per gli adulti di mezza età e per gli anziani.

Hanno detto che i corpi di età superiore ai 40 anni hanno un aumento dell’accumulo di grasso intorno alla vita che, combinato con il declino muscolare legato all’età, significa che non vi è alcun cambiamento complessivo nel peso totale.

Ciò significa che, nonostante l’accumulo di ciccia, il sistema BMI non riesce a dare l’allarme e le persone non si rendono conto di essere a rischio di problemi di salute legati all’obesità.

I ricercatori hanno supportato le loro scoperte con uno studio su 4.800 adulti italiani, di età compresa tra i 40 e gli 80 anni, divisi più o meno equamente tra uomini e donne.

Di questo gruppo, il 38% e il 41% delle donne avevano un BMI pari o superiore a 30, obese secondo le norme attuali.

Tuttavia, quando i ricercatori hanno utilizzato scansioni ad alta tecnologia per misurare la percentuale effettiva di grasso corporeo, il 71% degli uomini e il 64% delle donne sono stati valutati come obesi.

Ciò significava che quasi la metà degli uomini e delle donne con livelli di grasso preoccupanti venivano falsamente rassicurati dal sistema BMI.

Confrontando i risultati, hanno scoperto che l’utilizzo di un valore limite BMI pari a 27 per l’obesità copriva invece quasi 9 su 10 dei pazienti obesi rilevati con il metodo di scansione corporea.

L’autore dello studio, il professor Marwan El Ghoch, esperto di salute metabolica presso l’Università di Modena e Reggio Emilia, ha dichiarato: “Questo nuovo limite di BMI riconosce le differenze fisiologiche tra gli adulti di mezza età e gli anziani e le popolazioni più giovani”.

Il tuo browser non supporta iframe.

Il tuo browser non supporta iframe.

Il professor Antonino De Lorenzo, coautore ed esperto di biomedicina dell’Università di Roma, ha aggiunto: “Se continuiamo a utilizzare lo standard dell’OMS per lo screening dell’obesità, perderemo molti adulti di mezza età e anziani a rischio di obesità”. -malattie correlate tra cui il diabete di tipo 2, malattie cardiache e alcuni tumori.

“Stabilire questo nuovo punto limite del BMI negli ambienti clinici e nelle linee guida sull’obesità sarà vantaggioso per la salute potenziale di milioni di anziani.”

Lo studio, presentato alla conferenza, afferma che il loro lavoro presenta dei limiti.

Ad esempio, è stato condotto in una parte d’Italia, quindi i risultati potrebbero non essere applicabili ad altre parti del mondo.

Un altro era che non tenevano conto di altri fattori come la dieta, i livelli di esercizio fisico e i ritmi del sonno, che potrebbero anche influenzare l’obesità tra i partecipanti, non solo l’età.

COME CALCOLARE IL TUO INDICE DI MASSA CORPOREA E COSA SIGNIFICA

L’indice di massa corporea (BMI) è una misura del grasso corporeo basata sul peso in relazione alla tua altezza.

Formula standard:

  • BMI = (peso in libbre / (altezza in pollici x altezza in pollici)) x 703

Formula metrica:

  • BMI = (peso in chilogrammi / (altezza in metri x altezza in metri))

Misure:

  • Sotto 18,5: sottopeso
  • 18.5 – 24.9: Sano
  • 25 – 29,9: Sovrappeso
  • 30 – 39,9: Obeso
  • 40+: patologicamente obeso

Hanno chiesto che studi simili su scala più ampia siano condotti in altre parti del mondo per confermare i loro risultati.

Gli esperti hanno precedentemente criticato il BMI come misura della salute.

Ideato da un matematico belga nel 1830, i medici si affidano al BMI da quasi due secoli.

Un difetto è che non è in grado di distinguere tra distribuzione del grasso e massa muscolare.

Realisticamente, questo significa che un giocatore di rugby in forma e un teledipendente della stessa altezza e peso condividono gli stessi punteggi, anche se il primo ha un fisico scolpito e l’altro porta una ruota di scorta.

Questo difetto si applicherebbe ancora con il BMI proposto di 27 per l’obesità.

Il fusto di Hollywood Chris Hemsworth, 40 anni, protagonista del nuovo film di Mad Max, sarebbe tecnicamente obeso in base al peso di 15 chili dell’attore alto 6 piedi e 3 pollici durante il suo periodo come Thor nella serie Avengers.

La collega australiana, l’attrice Rebel Wilson, 44 anni, che è riuscita a raggiungere il suo obiettivo di peso di 11 4 libbre in un drammatico viaggio di perdita di peso, sarebbe tecnicamente obesa a causa della scossa.

E anche Tom Hardy, 46 anni, che pesava 14esimi 2 libbre per il ruolo del cattivo Bane nel film Batman The Dark Knight Rises, sarebbe considerato grasso a causa del cambiamento di sistema.

È stato accertato che l’obesità aumenta il rischio di gravi condizioni di salute che possono danneggiare il cuore, come l’ipertensione, così come i tumori.

Secondo il Cancer Research UK, in Gran Bretagna si stima che essere troppo grassi causi un caso di cancro su 20.

Si stima inoltre che la crisi dell’obesità in Gran Bretagna costi alla nazione quasi 100 miliardi di sterline all’anno.

Questa cifra colossale include i danni alla salute del servizio sanitario nazionale, nonché effetti economici secondari come la perdita di guadagni dovuta alle persone che si prendono una pausa dal lavoro a causa di malattie e morti premature.

Ultime Notizie

Back to top button