Prigionieri con legami con l’ISIS prendono in ostaggio le guardie in un centro di detenzione russo

MOSCA —

Sei detenuti, alcuni con legami con lo Stato islamico, hanno preso in ostaggio le guardie in un centro di detenzione preventiva nella regione meridionale di Rostov, in Russia, e hanno chiesto il libero passaggio nei negoziati con le autorità, hanno riferito domenica i media russi.

Gli uomini, tra cui alcuni già condannati per reati di terrorismo, hanno buttato giù le sbarre di una finestra nella loro cella ed sono entrati in una sala di guardia dove hanno preso in ostaggio almeno due agenti della prigione, ha detto il canale Baza Telegram.

I media statali hanno affermato che alcuni dei prigionieri sono stati accusati di reati di terrorismo, inclusa l’affiliazione al gruppo militante dello Stato islamico, che ha rivendicato la responsabilità di un attacco mortale contro una sala da concerto di Mosca a marzo.

Il servizio penitenziario federale russo ha detto che due dipendenti di un centro di custodia cautelare a Rostov sono stati presi in ostaggio.

“L’istituzione funziona come al solito, la situazione è sotto controllo”, ha affermato il servizio sull’app di messaggistica Telegram.

Sul posto erano presenti le forze dell’ordine.

Le immagini della scena mostravano le strade chiuse attorno al centro di detenzione.

L’agenzia di stampa Interfax ha detto che i prigionieri avevano chiesto un’auto e un passaggio gratuito.

Ultime Notizie

Back to top button