REBECCA ENGLISH: In piedi con sette presidenti, tre re e troppi primi ministri da contare, il principe William si fa avanti per il suo ruolo di più alto profilo sulla scena internazionale

Stando fianco a fianco con sette presidenti, tre re, un granduca e quasi troppi primi ministri da contare, il principe William ieri ha assunto il suo ruolo di più alto profilo sulla scena internazionale.

Le circostanze non erano ideali: sostituire suo padre, a cui era stato consigliato di saltare le commemorazioni internazionali del D-Day a Omaha Beach a causa del trattamento contro il cancro in corso.

Ma mi è stato detto che l’orgoglioso re Carlo era “felicissimo che il Principe di Galles fosse presente in rappresentanza della nazione”.

Per quanto riguarda William, un assistente aggiunge: “Ha un forte senso di voler sostenere suo padre, sia in patria che all’estero”.

E così l’erede al trono – che è stato una presenza fissa in molte occasioni simili ma mai il fulcro – ha rappresentato il Re e il Paese insieme a 24 leader mondiali, dal presidente Joe Biden degli Stati Uniti (i due si sono incontrati nel 2022 e William ha salutato Biden calorosamente con una stretta di mano e una mano appoggiata sul braccio), il presidente francese Emmanuel Macron, il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyj e il re Guglielmo Alessandro dei Paesi Bassi.

Il principe William ha assunto il suo ruolo di più alto profilo sulla scena internazionale come parte delle celebrazioni commemorative del D-Day

Il Principe di Galles si trovava accanto a sette presidenti, tre re, un granduca e quasi troppi primi ministri per poterli contare

Il Principe di Galles si trovava accanto a sette presidenti, tre re, un granduca e quasi troppi primi ministri per poterli contare

Il principe William cammina con il primo ministro canadese Justin Trudeau (al centro) e il primo ministro francese Gabriel Attal (a sinistra) a Juno Beach

Il principe William cammina con il primo ministro canadese Justin Trudeau (al centro) e il primo ministro francese Gabriel Attal (a sinistra) a Juno Beach

Il Principe del Galles incontra il presidente dell'Ucraina, Volodymyr Zelensky, durante la cerimonia commemorativa internazionale a Omaha Beach

Il Principe del Galles incontra il presidente dell’Ucraina, Volodymyr Zelensky, durante la cerimonia commemorativa internazionale a Omaha Beach

Erano presenti anche reali, dignitari e leader politici provenienti da Polonia, Slovacchia, Canada, Italia, Polonia, Lussemburgo, Monaco, Belgio, Italia, Repubblica Ceca, Danimarca, Australia, Norvegia, UE, Grecia e Germania.

In termini reali, come in politica, l’ottica è tutto e nessuno – senza dubbio compreso William – sfuggì che questo era uno sguardo al suo futuro; si spera che sia ancora lontano molti anni, ma comunque il suo futuro.

Era in termini dignitoso e regale ma anche caloroso e amichevole, deponendo una corona con solennità ma salutando i veterani che incontrava con un’aria di cameratismo accessibile.

Con le spiagge un tempo insanguinate di Saint-Laurent-sur-Mer – nome in codice Omaha ai fini dello sbarco in Normandia – che si estendevano davanti a lui, l’arrivo di William ha suscitato forti applausi e un’infarinatura di strilli eccitati da parte del pubblico ( solo il presidente Zelenskyj ha suscitato un’accoglienza ancora più entusiastica).

È stato accolto calorosamente dal presidente francese Macron e da sua moglie Brigitte, prima di camminare con un po’ di imbarazzo lungo un lungo tappeto rosso fiancheggiato su entrambi i lati da guardie in uniforme francese prima di prendere il suo posto VIP in perspex a lato del palco centrale per la lunga cerimonia pubblica.

Al contrario, il suo impegno mattutino a Juno Beach, dove è stato ospite VIP alle commemorazioni ufficiali canadesi, è stato più rilassato e concreto.

William, che era accompagnato dal primo ministro canadese Justin Trudeau e dal primo ministro francese Gabriel Attal, ha anche deposto una corona sulla sabbia e ha incontrato uno dei veterani più decorati del Canada, il tenente generale onorario Richard Rohmer, un centenario che ha prestato servizio con la Royal Canadian Air Forza.

Indossando un abito con la cravatta dell’Aeronautica Militare e decorazioni tra cui il suo Gran Maestro dell’Ordine più Onorevole dell’Ordine di Bath e le sue medaglie d’Oro, Diamante e Platino del Giubileo, insieme alla sua nuova medaglia dell’Incoronazione, William incontrò il signor Trudeau che gli disse: “C’è una grande folla qui.”

Il primo ministro canadese Justin Trudeau, la first lady americana Jill Biden e il presidente americano Joe Biden, il presidente francese Emmanuel Macron, Brigitte Macron e il principe William partecipano oggi alla cerimonia internazionale dell'anniversario del D-Day sulla spiaggia di Omaha in Normandia, Francia

Il primo ministro canadese Justin Trudeau, la first lady americana Jill Biden e il presidente americano Joe Biden, il presidente francese Emmanuel Macron, Brigitte Macron e il principe William partecipano oggi alla cerimonia internazionale dell’anniversario del D-Day sulla spiaggia di Omaha in Normandia, Francia

Il principe William saluta i veterani durante l'ottantesimo anniversario del D-Day

Il principe William saluta i veterani durante l’ottantesimo anniversario del D-Day

Ma i due uomini sono stati costretti a chiacchierare educatamente davanti alle telecamere mentre il signor Attal li ha fatti aspettare per cinque minuti.

Invitato a fare il “saluto reale” su un piccolo quadrato rosso di tappeto, il reale era al centro della scena mentre ispezionava la guardia, si alzava per ascoltare sia l’inno nazionale canadese che quello francese e osservava un sorvolo.

In un discorso commovente, ha anche detto al suo pubblico: ‘Sono onorato di unirmi a voi per commemorare il coraggio e il sacrificio delle truppe canadesi, che hanno dato così tanto 80 anni fa.

«Lontano da casa hanno preso d’assalto proprio queste dune di sabbia alle mie spalle, fianco a fianco con migliaia di soldati britannici. Stando qui oggi, in un silenzio pacifico, è quasi impossibile comprendere il coraggio che ci sarebbe voluto per lanciarsi nella furia della battaglia quel giorno.

“Voglio ringraziare voi, i nostri veterani, per i vostri straordinari atti di coraggio e sacrificio, a Juno Beach, e per la liberazione dell’Europa.”

Concluse il suo discorso con un’infarinatura di francese impeccabile: “Grazie per la nostra libertà e grazie per il vostro servizio”.

Successivamente il principe ha camminato lungo la spiaggia per deporre sulla sabbia una ghirlanda a forma delle sue piume di Principe di Galles con un messaggio scritto a mano che diceva: “Ricordando gli atti di coraggio e sacrificio di tutti i canadesi 80 anni fa”. Per non dimenticare. William.’ Prima di andarsene si fermò a parlare con alcuni veterani seduti sulla pedana.

Il Principe di Galles è intervenuto per rappresentare la Gran Bretagna sulla scena mondiale al posto di suo padre mentre partecipa a una commovente cerimonia per onorare gli eroi del D-Day

Il Principe di Galles è intervenuto per rappresentare la Gran Bretagna sulla scena mondiale al posto di suo padre mentre partecipa a una commovente cerimonia per onorare gli eroi del D-Day

Il Principe di Galles si è unito ai leader mondiali tra cui il presidente degli Stati Uniti Joe Biden, il francese Emmanuel Macron e il canadese Justin Trudeau a Omaha Beach per celebrare lo storico evento

Il Principe di Galles si è unito ai leader mondiali tra cui il presidente degli Stati Uniti Joe Biden, il francese Emmanuel Macron e il canadese Justin Trudeau a Omaha Beach per celebrare lo storico evento

Il Principe di Galles parla con il presidente ucraino Volodymyr Zelensky e sua moglie Olena Zelenska durante la cerimonia odierna

Il Principe di Galles parla con il presidente ucraino Volodymyr Zelensky e sua moglie Olena Zelenska durante la cerimonia odierna

Il principe William sembrava di ottimo umore mentre parlava ai veterani e al pubblico durante una visita a sorpresa ad Arromanches questo pomeriggio

Il principe William sembrava di ottimo umore mentre parlava ai veterani e al pubblico durante una visita a sorpresa ad Arromanches questo pomeriggio

Il Principe di Galles ha visitato il museo del D-Day ad Arromanches, che si trova sopra Gold Beach, uno dei tratti di costa presi di mira durante lo sbarco in Normandia

Il Principe di Galles ha visitato il museo del D-Day ad Arromanches, che si trova sopra Gold Beach, uno dei tratti di costa presi di mira durante lo sbarco in Normandia

William chiese ad uno: ‘Questo ti riporterà molti ricordi?’ “Oh sì, riporta molto”, rispose l’uomo. ‘Mi piace tornare. Per vedere tutte le persone con cui ho prestato servizio qui.’ Un altro gridò: “I migliori auguri a Kate”.

È anche andato al centro visitatori di Juno Beach per una chiacchierata privata improvvisata – bilaterale in termini diplomatici – con Trudeau ed è stato applaudito calorosamente dalla folla mentre se ne andava, con molti che gridavano: “William, principe William”. A picture s’il vous plait!’

Non era una giornata per i selfie. Ma c’è stata una sosta a sorpresa nella vicina Arromanches, dove ha trascorso del tempo al museo del D-Day nella cittadina affacciata su Gold Beach, prima di incontrare quattro veterani del reggimento del Gloucestershire nell’esercito, davanti a una folla agitata.

Il veterano Julian Heal, 52 anni, di Bristol, che ha prestato servizio in Irlanda del Nord, ha detto in seguito: “Come veterano è davvero bello perché ci prende, ci facciamo una bella risata, [he’s a] un ragazzo davvero disponibile.”

Parlando con gli addetti ai lavori, non c’è dubbio che William sia più pronto che mai a farsi avanti.

“Sì, abbiamo visto la sua evoluzione come statista internazionale, in particolare da quando è diventato Principe di Galles”, mi ha detto uno questa settimana. “Ciò che è sempre notevole è il senso di conforto e di fiducia che prova in questi grandi momenti… E sente un enorme senso di responsabilità nel raccontare questa storia e nel celebrare un anniversario così importante.”

All'inizio della giornata William ha tenuto un discorso a Juno Beach lodando le azioni delle truppe canadesi che hanno preso d'assalto il lungomare durante il D-Day

All’inizio della giornata William ha tenuto un discorso a Juno Beach lodando le azioni delle truppe canadesi che hanno preso d’assalto il lungomare durante il D-Day

William ha deposto una corona di papaveri a Juno Beach per commemorare le vite perse 80 anni fa insieme a Trudeau e Attal

William ha deposto una corona di papaveri a Juno Beach per commemorare le vite perse 80 anni fa insieme a Trudeau e Attal

Un veterano ha regalato all'erede al trono una spilla, mentre un altro gli ha detto che avrebbero inviato i migliori auguri a suo padre, il re Carlo

Un veterano ha regalato all’erede al trono una spilla, mentre un altro gli ha detto che avrebbero inviato i migliori auguri a suo padre, il re Carlo

William si è recato ad Arromanches prima di recarsi ad una commemorazione internazionale a Omaha Beach nel pomeriggio

William si è recato ad Arromanches prima di recarsi ad una commemorazione internazionale a Omaha Beach nel pomeriggio

Naturalmente queste nuove pressioni arrivano in un momento difficile per lui personalmente, con non solo suo padre che combatte contro il cancro ma anche sua moglie.

Una fonte mi dice: ‘Dall’inizio dell’anno avete visto una vera forza di carattere nel Principe di Galles.

Ha davvero cercato di trovare un equilibrio tra il mantenimento della sua famiglia – sua moglie, i suoi figli e suo padre – ma anche il continuare ad uscire e lavorare. Non l’hai mai visto vacillare in questo.

‘Questo parla della sua forza di carattere. E lui è rimasto fermo nel fare le cose a modo suo.

“Il percorso verso il cancro di ognuno è diverso e ognuno deve gestirlo nel modo che ritiene opportuno.

«Ma ciò che il principe possiede è un forte senso di impegno verso il dovere e il servizio. E questo non cambierà mai.”

Ultime Notizie

Back to top button