Riferimenti al “cambiamento climatico” rimossi forzatamente dai libri di testo della Florida

Autore di libri di testo scientifici e professore emerito di biologia alla Brown University, Ken Miller, ha annunciato venerdì di aver eliminato alcuni riferimenti al “cambiamento climatico” dal suo libro di istruzioni, utilizzato nelle scuole pubbliche della Florida.

In un articolo pubblicato venerdì, Miller, che ha co-scritto diversi libri di testo di biologia con Joseph Levine, ha detto all'Orlando Sentinel che i rappresentanti dello stato avevano chiamato il suo editore il mese scorso per avvisarli delle modifiche che venivano imposte dallo stato. Alcuni riferimenti al “cambiamento climatico” hanno dovuto essere eliminati a seguito di queste modifiche e i libri di testo di scienze delle scuole medie non utilizzavano più il termine.

Secondo l'editore Savvas, che produce anche i libri di testo di biologia delle scuole superiori Miller e Levine utilizzati in tutto il Paese, da un libro di chimica per le scuole superiori sarebbe stata eliminata una sezione di 90 pagine sul riscaldamento globale.

“Scriviamo edizioni speciali strettamente correlate ai loro standard scientifici unici per alcuni stati, come Florida e Texas”, ha detto Miller a Newsweek sabato pomeriggio. “Abbiamo presentato la nostra nuova edizione della Florida nel 2023 e i distretti scolastici la stanno valutando per l'adozione e l'uso nell'anno scolastico 2024-25, che inizia tra poche settimane”.

Secondo la pubblicazione, il libro di testo di biologia del liceo di Miller è stato costretto a rimuovere una “dichiarazione politica” che suggeriva di adottare misure legislative per fermare il cambiamento climatico e ad aggiungere citazioni a sostegno delle affermazioni secondo cui “l'attività umana” causa il cambiamento climatico.

La legislatura della Florida guidata dai repubblicani ha sponsorizzato l'HB 1645, che è stata firmata dal governatore Ron DeSantis a maggio, eliminando il termine “cambiamento climatico” da una serie di statuti statali. È entrata in vigore il 1° luglio. La misura indica che risolvere il cambiamento climatico non è una priorità statale, piuttosto che affrontare esplicitamente gli standard scientifici e didattici.

Gli attivisti liberali hanno criticato DeSantis per una serie di casi di censura e messa al bando dei libri verificatisi nelle scuole pubbliche della Florida. Il gruppo anti-messa al bando dei libri PEN America ha rivelato in uno studio di aprile che “la Florida ha registrato il numero più alto di casi di messa al bando, con 3.135 divieti in 11 distretti scolastici”.

Ultime Notizie

Back to top button