Ritorno a casa emozionante per Assange di WikiLeaks, ma i sostenitori dicono che la libertà di parola è minacciata

Il fondatore di WikiLeaks, Julian Assange, è arrivato mercoledì nel suo paese natale, l’Australia, da uomo libero, dopo aver accettato un patteggiamento con i pubblici ministeri statunitensi per le accuse di spionaggio. L’accordo pone fine a una straordinaria odissea legale durata 14 anni. I sostenitori di Assange hanno accolto con favore il suo rilascio, ma affermano che l’accusa costituisce un pericoloso precedente per la libertà di stampa. Henry Ridgwell fa rapporto da Londra.

Ultime Notizie

Back to top button