Roma apre il nuovo museo e parco archeologico sul Celio

Parco Archeologico del Celio and Forma Urbis Museum open to public from 12 January.

Roma ha aperto un nuovo museo e parco archeologico in un angolo dimenticato di uno dei famosi sette colli della capitale, il Celio, sullo sfondo del Colosseo.

Il Parco Archeologico del Celio e il Museo della Forma Urbis sono stati inaugurati giovedì dal sindaco della città Roberto Gualtieri prima dell’apertura al pubblico venerdì.

Il museo ospita i frammenti rimasti della Forma Urbis Romae, la gigantesca mappa marmorea dell’antica Roma incisa tra il 203 e il 211 d.C. sotto l’imperatore Settimio Severo.

L’ultima volta che i resti dell’antica mappa furono visti dal pubblico fu un secolo fa, quando furono esposti nel giardino del Palazzo dei Conservatori in Campidoglio.

La mappa, che originariamente misurava 18 metri per 13, era montata su una parete interna del Tempio della Pace prima di essere distrutta durante il Medioevo, quando il marmo veniva utilizzato come materiale da costruzione o per produrre la calce.

Isola Tiberina. Museo Forma Urbis.

L’allestimento del nuovo Museo Forma Urbis consente ai visitatori di godere appieno della mappa marmorea, con i frammenti originali posti sotto un pavimento di vetro a cui è sovrapposta la pianta Pianta Grande di Roma di Giovanni Battista Nolli del 1748.

Il Parco Archeologico del Celio si trova accanto al complesso ipogeo delle Case Romane, con ingresso dal Clivo di Scauro, la stradina ad arco tra le chiese di S. Gregorio e SS. Giovanni e Paolo.

Situato tra il Colosseo e il Circo Massimo, il parco recentemente inaugurato racchiude un ricchissimo materiale epigrafico e architettonico, qui collocato dopo essere stato portato alla luce nell’ambito degli scavi effettuati intorno alla città alla fine del XIX secolo.

Il sito è ricco di storia archeologica, contenente le fondazioni perimetrali del Divo Claudio, o Tempio di Claudio, risalenti al I secolo d.C.

Nel parco si trova anche la Casina del Salvi che, secondo il Comune, è destinata a tornare alla sua funzione originaria di caffè per i visitatori e ad entrare a far parte della rete di edifici museali romani che offrono sale studio agli studenti.

Museo Forma Urbis alla vigilia dell’inaugurazione

Il progetto si inserisce in un più ampio progetto di trasformazione del Celio, di cui a breve inizieranno i lavori di recupero dell’ex Antiquarium della Capitale, da quasi un secolo in stato di abbandono.

Il nuovo parco e museo faranno anche parte della Nuova Passeggiata Archeologica della città che collega gli antichi siti romani attorno al Foro Romano, al Colosseo, alle Terme di Caracalla e al Circo Massimo, incorporando i colli Celio, Palatino e Campidoglio.

How to visit Parco Archeologico del Celio and Museo della Forma Urbis

Access to the park is from Viale del Parco del Celio 20, Viale del Parco del Celio 22 and Clivo di Scauro 4.

Il parco è aperto gratuitamente tutti i giorni, escluso il 25 dicembre e il 1 maggio, dalle 07:00 alle 17:30 (orario invernale) e dalle 07:00 alle 20:00 (orario estivo).

Il Museo della Forma Urbis è aperto dal martedì alla domenica 10.00-16.00 (ultimo ingresso un’ora prima della chiusura). Chiuso il 25 dicembre e il 1 maggio.

Per il museo (ma non il parco) è necessario il biglietto: 9€ intero per i non residenti in città (ridotto 6,50€), mentre i residenti a Roma pagano 6,50€ (o 5,50€ ridotto).

Il museo è gratuito per i possessori dell’abbonamento musei MIC di Roma.

For more information tel. 060608 (daily from 09.00-19.00) or see the Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali website.

Ultime Notizie

Back to top button