Roma ha deciso di limitare l’accesso alla Fontana di Trevi per fermare i turisti indisciplinati

Roma “non merita né ha bisogno” di questo tipo di turismo.

Venerdì l’assessore al turismo di Roma ha chiesto aiuto al governo italiano per impedire ai turisti di tuffarsi nelle acque della Fontana di Trevi.

Alessandro Onorato afferma che “è giunto il momento” di limitare l’accesso al monumento barocco per impedire ai turisti indisciplinati di mancare di rispetto all’iconica fontana, riferisce l’agenzia di stampa ANSA.

Onorato stava reagendo a un video circolato sui social media di un uomo che si tuffava dal monumento del XVIII secolo giovedì sera, tra gli applausi e le risate della folla.

Molti dei presenti hanno filmato la bravata sui propri cellulari e nessuno è intervenuto per trattenere l’uomo, riferisce il quotidiano La Repubblica, che fa notare che l’individuo ha poi ricevuto “solo una multa” dalla polizia stradale.

“Lo spettacolo indecente alla Fontana di Trevi dell’altra sera, con l’ennesimo turista che si è preso gioco del patrimonio storico e culturale della nostra città e delle nostre regole, non è più tollerabile”, ha affermato Onorato.

Definendo la scena “pura barbarie”, l’assessore ha aggiunto che anche “l’applauso complice” della folla è stato “molto preoccupante”.

“Le multe della polizia e i numerosi appelli al buon senso non bastano più” – ha detto Onorato – “I turisti non possono fare ciò che vogliono impunemente, ci vuole rispetto e bisogna davvero preservare i luoghi più preziosi del mondo.

“Chiedendo “aiuti concreti” ai ministeri della cultura e dell’interno, Onorato ha concluso: “Questo non è il turismo che meritiamo o di cui abbiamo bisogno”.

Il filmato dell’incidente, pubblicato online da Welcome to Favelas, ha attirato un mare di commenti negativi da parte dei romani, tra cui uno che ha suggerito di mettere i piranha nella fontana invece delle monete.

I turisti si comportano male

L’incidente è solo l’ultimo di una serie di eventi simili alla Fontana di Trevi, tra cui una donna che ha preso a calci un agente di polizia a terra dopo essere stata trascinata fuori dall’acqua il mese scorso.

Mentre il settore turistico di Roma esplode ancora una volta dopo la pandemia di covid, con esso arrivano i titoli negativi sui visitatori che mancano di rispetto al prezioso patrimonio della città.

All’inizio di questa estate diversi turisti sono stati sorpresi a deturpare il Colosseo, tra cui uno che sorrideva alla telecamera mentre incideva “Ivan+Hayley” su una parete dell’anfiteatro.

Dopo che la polizia lo ha rintracciato e lo ha informato che rischiava fino a cinque anni di carcere e una multa di 15.000 euro, il turista ha chiesto perdono e ha affermato di non sapere che il Colosseo fosse un sito antico.

Ultime Notizie

Back to top button