Cultura

Sacheen Littlefeather si scusa per essere stata fischiata agli Oscar nel ’73 –

Dopo quasi mezzo secolo, l’Academy of Motion Picture Arts and Sciences si è scusata con Sacheen Littlefeather per i fischi che hanno accompagnato il suo rifiuto della statuetta dell’Oscar a nome di Marlon Brando.

Littlefeather ha rappresentato Marlon Brando alla 45a edizione degli Academy Awards nel 1973, dove lei, a nome di Brando, ha rifiutato il premio come miglior attore che ha vinto per la sua interpretazione in Il Padrino. Brando, noto attivista per le questioni dei nativi americani, ha boicottato la cerimonia come protesta contro il ritratto di Hollywood dei nativi americani e per attirare l’attenzione sulla situazione di stallo a Wounded Knee. Durante il suo discorso, la risposta del pubblico al boicottaggio di Brando è stata divisa tra fischi e applausi.

Come ha letto dalla dichiarazione di Brando: “E le ragioni di questo sono il trattamento riservato agli indiani d’America oggi dall’industria cinematografica”, ha spiegato Littlefeather, nata apache e Yaqui, allora 26enne.

Marie Louise Cruz (nata il 14 novembre 1946), più comunemente conosciuta come Sacheen Littlefeather, è un’attrice, modella e attivista per i diritti civili dei nativi americani. Littlefeather è nato da padre nativo americano (Apache e Yaqui) e madre europea americana. Durante l’occupazione di Alcatraz nel 1969, fu coinvolta nella comunità di attivisti dei nativi americani.

In un annuncio lunedì, l’Accademia ha annunciato che avrebbe accolto Littlefeather, che ora ha 75 anni, per una conversazione al Museo dell’Accademia di recente apertura che si concentrerà su “riflessione, guarigione e celebrazione”. L’Accademia ha anche offerto a Littlefeather delle scuse scritte per gli eventi degli Oscar del 1973.

“L’abuso che hai subito a causa di questa affermazione è stato ingiustificato e ingiustificato”, ha scritto il presidente uscente dell’Accademia David Rubin. “Il carico emotivo che hai vissuto e il costo per la tua carriera nel nostro settore sono irreparabili. Per troppo tempo il coraggio che hai mostrato è stato ignorato. Per questo, porgiamo le nostre più profonde scuse e la nostra sincera ammirazione”.

“Noi indiani siamo persone molto pazienti – sono passati solo 50 anni! Dobbiamo mantenere il nostro senso dell’umorismo su questo in ogni momento. È il nostro metodo di sopravvivenza”, ha detto Littlefeather in una dichiarazione rilasciata dall’Accademia.

Ultime Notizie

Back to top button