Salis festeggia il compleanno a casa dopo il ritorno in Italia – Politica

Laria Salis, un’antifascista italiana sotto processo per presunto coinvolgimento in un attacco contro i neonazisti in Ungheria, ha festeggiato lunedì il suo 40esimo compleanno con la famiglia nella sua casa di Monza dopo essere stata rilasciata in seguito alla sua elezione nell’Alleanza dei Verdi-Sinistra (AVS). ) MEP e conseguente immunità parlamentare.


L’insegnante elementare era stato accusato di far parte di una “banda del martello” guidata dai tedeschi che avrebbe preso di mira i neonazisti durante la loro Giornata d’Onore annuale, l’11 febbraio dello scorso anno, per commemorare l’eroica resistenza di un reggimento delle SS contro i sovietici.


Venerdì la polizia le ha tolto il braccialetto elettronico alla caviglia che le era stato imposto di indossare dopo il suo recente rilascio dalla controversa detenzione carceraria agli arresti domiciliari a Budapest ed è tornata in Italia nel fine settimana.


Durante il processo è stata condotta in tribunale con una catena e ammanettate alle caviglie e ai polsi, una procedura che l’Ungheria definisce standard ma che ha suscitato indignazione e proteste in Italia.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI © Copyright COLORnews

Ultime Notizie

Back to top button