Salis riconosciuto colpevole di resistenza all’arresto lo scorso luglio dice Lega – Politica

Ilaria Salis, un’antifascista di 39 anni sotto processo a Budapest per aver aggredito due ne-nazisti lo scorso febbraio, è stata condannata in via definitiva a luglio per resistenza all’arresto, ha detto giovedì il partito di destra della Lega, ribadendo le sue critiche alle sue azioni e chiedendo se andava bene che un’insegnante di scuola elementare come lei venisse sorpresa con un randello.


La Lega, in un comunicato, fa sapere di “prendere atto con curiosità della decisione del padre di Salis di citare in giudizio il leader della Lega Matteo Salvini per diffamazione”.


Si auspica che venga dichiarata innocente, “a differenza di quanto accaduto il 3 luglio 2023 con una sentenza conformata dalla (corte suprema di) Cassazione per complicità morale nella resistenza a pubblico ufficiale”.


E aggiunge: “Certamente resta la domanda: è normale che un maestro elementare venga fermato a randellate in una capitale europea”.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI © Copyright COLORnews

Ultime Notizie

Back to top button