Salvini dice che la stima per il generale antigay non è intaccata dall’indagine – Politica

Sabato il leader del partito di destra della Lega, Matteo Salvini, ha affermato che la sua stima per l'”eroico” generale anti-gay Roberto Vannacci non è stata minimamente diminuita dalla notizia di un’indagine su una serie di presunte irregolarità finanziarie commesse quando il generale era addetto militare a Mosca. qualche anno fa.
Vannacci, che è diventato un eroe per molti a destra per un libro best-seller autopubblicato che critica gay, femministe, ambientalisti, migranti ed ebrei, è sotto inchiesta per presunti pagamenti illegali dell’esercito a parenti e spese di benefici non autorizzate legate al suo dovere. auto, rimborsi per l’organizzazione di eventi e cene presumibilmente inesistenti e altri presunti reati che potrebbero costituire i reati di appropriazione indebita e frode durante la sua permanenza presso l’ambasciata nella capitale russa, ha riferito sabato il Corriere della Sera.
“È la solita indagine a orologeria”, ha detto Salvini.
“Vannacci è un uomo amato dai cittadini e scomodo per il potere. Non potendo intimidirlo in altro modo, ci provano con indagini e minacce.
“La nostra stima nei suoi confronti non cambia, anzi aumenta”, ha detto Salvini, vicepremier e ministro dei Trasporti nel governo di destra di Giorgia Meloni.
Vannacci, recentemente promosso nonostante il controverso libro ‘Il mondo alla rovescia’, ma ancora in attesa di provvedimenti disciplinari, è stato indicato come possibile candidato alle elezioni della Lega, e si è detto pronto a considerare l’offerta.
L’ex capo del reggimento paracadutisti Vannacci, 55 anni, sostituito dal suo diretto superiore dopo che il ministro della Difesa Guido Crosetto ha avviato un procedimento disciplinare a metà agosto, è stato difeso da molti politici di destra che affermano che il suo diritto alla libertà di parola è sancito dalla legge italiana. Costituzione.
Nel suo libro ‘Il mondo alla rovescia’, Vannacci, già capo dei paracadutisti della Folgore, dice degli omosessuali: “Voi non siete normali, fatevene una ragione!”, insistendo che “la normalità è eterosessualità”.
“Se tutto vi sembra normale, però, la colpa è delle trame della lobby gay internazionale”, aggiunge.
Si esprime con forza anche a favore dell’autodifesa: se un ladro entra in una casa, “perché non dovrei essere autorizzato a sparargli, a pugnalarlo con qualunque oggetto mi capiti tra le mani?”.
“Se affondassi la matita che ho nel taschino della giacca nella giugulare del boccale che mi aggredisce, uccidendolo, perché dovrei rischiare di essere condannato?” Recentemente è stato nominato capo di stato maggiore delle forze armate per le operazioni di terra dopo essere stato licenziato dalla carica di capo dell’istituto geografico militare in agosto dopo la pubblicazione del libro.
L’esercito italiano ha negato che si tratti di una promozione.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI © Copyright COLORnews

Ultime Notizie

Back to top button