Cronaca

SARAH VINE: Oggi cancellerebbero Grease al primo focus group. Ecco perché è così grande

C’è qualcosa nella morte di Olivia Newton-John che sembra qualcosa di più della semplice perdita di qualcuno che, a detta di tutti, era una persona molto simpatica. Simboleggiava un’intera epoca, un intero stato d’animo culturale.

Xanadu è stato il primo singolo che abbia mai posseduto, comprato con i soldi del mio tredicesimo compleanno. L’anno successivo ha scalato le classifiche con Physical, combinando la nuova mania per il fitness con il sesso e dando vita a uno dei video musicali più sbalorditivi e insipidi mai prodotti.

Ma, ovviamente, sarà ricordata soprattutto per il film Grease. Quando uscì nel 1978, avevo appena iniziato la scuola secondaria in Italia. Mi sembra di ricordare che ci è voluto un po’ per raggiungere il nostro cinema locale, ma una volta fatto, non c’è stato più modo di fermarlo.

Nonostante fossi un bastardo occhialuto con mocassini marroni sciatti (avevo già una taglia 7 piedi, e le uniche scarpe che mia madre riuscì a trovare per me erano, mortificantemente, da uomo), improvvisamente mi sono trovata molto popolare, anche tra i bambini più grandi.

C'è qualcosa nella morte di Olivia Newton-John (qui raffigurata come il personaggio di Sandy in Grease) che sembra qualcosa di più della semplice perdita di qualcuno che, a detta di tutti, era una persona molto simpatica.  Simboleggiava un'intera epoca, un intero stato d'animo culturale

C’è qualcosa nella morte di Olivia Newton-John (qui raffigurata come il personaggio di Sandy in Grease) che sembra qualcosa di più della semplice perdita di qualcuno che, a detta di tutti, era una persona molto simpatica. Simboleggiava un’intera epoca, un intero stato d’animo culturale

Ma Olivia Newton-John, ovviamente, sarà ricordata soprattutto per il film Grease (nella foto qui con il suo co-protagonista John Travolta)

Ma Olivia Newton-John, ovviamente, sarà ricordata soprattutto per il film Grease (nella foto qui con il suo co-protagonista John Travolta)

Non c'è dubbio che Grease abbia parlato alla mia generazione.  Le Pink Ladies e i T-Birds si vedono qui al negozio di malto

Non c’è dubbio che Grease abbia parlato alla mia generazione. Le Pink Ladies e i T-Birds si vedono qui al negozio di malto

Essendo l’unica ragazza inglese in un’intera scuola di adolescenti pazzi di Grease, ero l’unica persona in grado di decifrare i testi delle canzoni.

L’aspirante giovane Sandys e l’aspirante Dannys si raggruppavano intorno a me all’ora di pranzo, desiderosi di conoscere la pronuncia corretta di “Iuarr-da-uan-dat-ai-uant” e il significato preciso del testo di Summer Nights. Non sono sicuro di essere stato di grande aiuto con quest’ultimo, dal momento che gran parte del sottotesto è stato perso nel mio io di 12 anni. Né avevo effettivamente visto il film: mia madre, che si opponeva fermamente ai riferimenti scherzosi di mio padre a “Olivia Neutron-Bomb”, considerava sia esso che le sue star al culmine della volgarità e mi proibiva di avvicinarmi ad esso.

Ma non c’è dubbio che ha parlato alla mia generazione. Non c’era molto da divertirsi alla fine degli anni ’70. Niente telefoni cellulari, niente internet, niente di decente in TV, solo un sacco di velluto a coste marrone, baffi a manubrio e capelli unti.

Il cinema era duro, grintoso: Arancia meccanica, Il padrino, Taxi Driver, Pretty Baby, Apocalypse Now. Grease, al contrario, era un’esplosione di nostalgia in Technicolor, uno sciocco e solare flashback di un periodo d’oro del dopoguerra di prosperità e promesse. Non c’è da stupirsi che l’abbiamo leccato.

Certo, non avrebbe mai potuto essere realizzato oggi. Come evidenziato dalle recenti ondate di sentimento anti-Grease sia qui che in Australia, dove è cresciuto Newton-John, sarebbe stato cancellato al primo focus group.

Il testo è troppo “stupro”: “Dimmi di più, dimmi di più, ha litigato?”

Contiene chiare incidenze di upskirting (la scena in cui Putzie striscia sotto le bancarelle del campo sportivo) e molestie (i richiami e i fischi del lupo quando Sandy si trasforma in una vampira, che presto diventerà un vero reato penale se Liz Truss riuscirà a farcela). C’è un’illuminazione a gas senza fine (l’affondo fuorviato di Danny al Drive-In: “Sandy, che ti succede – pensavo di significare qualcosa per te?”).

C’è anche un tentativo di stupro con un appuntamento: quando la gara di ballo arriva in città, Marty rivela che il conduttore dello spettacolo, Vince Fontaine, “ha cercato di mettere l’aspirina nella mia Coca-Cola”.

Mascolinità tossica, vergogna per le troie, mancanza di diversità, eteronormatività: ogni peccato cardinale nel Vangelo di Woke c’è, più alcuni a cui probabilmente non hanno ancora pensato. E sì, è vero, c’è un’oscura corrente sotterranea che attraversa questo film, al di là dei sorrisi di Colgate e dei riccioli di zucchero filato. Ma questo è esattamente ciò che lo rende un film così eccezionale e perché la sua popolarità resiste.

Amore, crepacuore, pressione dei coetanei, rimpianto, insicurezza, paura di fallire, di essere giudicati: sono tutte emozioni che gli adolescenti di oggi provano, proprio come noi.

Sono lezioni che ogni generazione deve imparare, errori che devono essere commessi per essere adeguatamente compresi.

Se Danny fosse stato cancellato nella prima scena per i suoi movimenti dell’anca (certamente lascivi), non avrebbe mai fatto il viaggio da grassone a fidanzato adorante; e se Sandy fosse rimasta austera e corretta com’era all’inizio, non avrebbe mai potuto scoprire il suo potere di donna.

Questo è ciò che la cultura dell’annullamento non riesce a capire: sono gli errori e le cose idiote che diciamo e facciamo che ci trasformano in persone migliori. È la grana dell’ostrica che fa la perla. Senza quello, rischi di essere solo un altro mollusco sul fondo del mare della vita.

Beyonce ha una rinascita vegana

Tutti salutano il potere dell’approvazione delle celebrità. La pop star Beyonce, il cui nuovo album, Renaissance, sta scalando le classifiche, ha inferto un duro colpo a Hermes dopo aver scambiato la sua amata Birkin (prezzo fino a £ 25.000) con il marchio vegano Telfar. Di conseguenza, le vendite sono aumentate vertiginosamente. Nel frattempo, la collezione Birkin di Beyonce langue, se si deve credere a lei, “in deposito”.

Felice di toglierli dalle mani, Beyonce, amore.

Piangere sul latte versato

È mai venuto in mente agli idioti attivisti anti-lattiero-caseari che vanno in giro a versare latte sui pavimenti dei supermercati – inclusa la Food Hall di Harrods – che stanno aumentando la domanda per la roba? Per non parlare di creare un carico di lavoro extra per gli addetti alle pulizie poco pagati che devono pulire dopo di loro utilizzando, presumibilmente, prodotti per la pulizia che sono molto più dannosi per l’ambiente del latte. Ma questa è la natura dell’attivismo borghese: fare un pasticcio e lasciare che gli altri lo ripuliscano.

Un flagello per i nostri bambini innocenti

Un preoccupante aumento – 360 per cento – del numero di bambini delle scuole primarie costretti a condividere immagini indecenti online. Questi finiscono inevitabilmente sui siti porno, dove vengono fatti circolare tra i pedofili. Finora il meglio che il governo può raccogliere è il disegno di legge sulla sicurezza online, che sarà efficace quanto una teiera di cioccolato. Nel frattempo, l’infanzia viene distrutta. Ho parlato con Gay e Roxy Longworth per il mio podcast MailPlus. Il loro libro, When You Lose It, offre una visione reale della miseria causata dall’incapacità della società di proteggere i nostri giovani.

Gettato al leone…

Harry e Meghan sono in massima allerta dopo che un puma è stato avvistato aggirarsi nelle vicinanze della loro villa a Montecito. È il leone per cui sono preoccupato: conoscendo i macabri due, potrebbero incastrarci i loro avvocati di cani da attacco.

Thames Water introdurrà un divieto di tubazioni, nonostante abbia presieduto due enormi perdite a Londra e nel Kent. Secondo questa logica, non possiamo usare i nostri tubi da giardino, ma possiamo semplicemente lasciare i rubinetti aperti fino a quando l’erba non si allaga?

C’è qualcosa di così gioiosamente inconsapevole in quella clip del primo ballo di Boris e Carrie alla loro festa di matrimonio. Qualunque cosa finirà per fare dopo, non credo che vincere Strictly sarà tra le carte.

C’è una nuova tendenza sul posto di lavoro: “smettere di fumare”, ovvero fare il minimo assoluto per evitare di essere licenziati. Apparentemente ha a che fare con il calo della soddisfazione sul lavoro e l’autoriflessione post-pandemia. Forse i loro datori di lavoro dovrebbero introdurli al concetto di ‘saccheggi silenziosi’?

Prima Steve Wright, ora Paul O’Grady lascia il suo programma su Radio 2. La BBC non si rende conto che l’unico motivo per cui tutti amiamo così tanto la stazione è perché è l’ultimo bastione di non lavoro rimasto sulla rete?

Ancora un altro esempio di come la politica identitaria deruba le loro donne. In un sito che offre consigli sul periodo, NHS Wales fa riferimento a “tutti quelli che sanguinano”. Piccola mozione d’ordine: tutti gli esseri umani sanguinano. Solo le donne hanno le mestruazioni.

Ultime Notizie

Back to top button