Storie dall’archivio delle Nazioni Unite: il cast stellare degli anni ’50 visita i campi profughi europei

L’attore, regista e fotografo di origine russa è stato nominato consulente speciale dell’Ufficio dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (UNHCR) in occasione dell’Anno mondiale del rifugiato. In vista della Giornata internazionale della fraternità umana, celebrata ogni anno il 4 febbraio, l’edizione #ThrowbackThursday di questa settimana si concentra sulle star di Hollywood che si sono concentrate sulla difficile situazione dei rifugiati in fuga dai conflitti.

La star premio Oscar di The King and I, Brynner ha visitato i campi profughi di tutto il mondo e, attraverso il suo lavoro, compreso il cinema e la radio, ha contribuito a mettere in luce la difficile situazione di milioni di sfollati.

L’attore Yul Brynner (a destra) nello studio radiofonico delle Nazioni Unite presso la sede delle Nazioni Unite a New York nel 1960. (file)

Ascolta la conduttrice del signor Brynner, Doris Day, Kim Novak, Peter Ustinov e altri attori principali degli anni ’50, che raccontano storie basate sulle esperienze di vita reale dei rifugiati qui.

Segui la nostra serie #ThrowbackThursday qui e guarda gli episodi della playlist UN Video Stories from the UN Archive qui, coltivata dalle 49.400 ore di video e 18.000 ore di registrazioni audio della Biblioteca audiovisiva delle Nazioni Unite. Unisciti a noi giovedì prossimo per un altro tuffo nella storia.

Ultime Notizie

Back to top button