Taylor Swift accusata di “fobia grassa” nel suo ultimo video, cancella una scena

In una straordinaria dimostrazione di quanto la correttezza politica controlli le nostre reazioni, il video musicale di Taylor Swift per il singolo “Anti-Hero” di “Midnights” è stato modificato per rimuovere una scena che la mostra mentre sale su una bilancia da bagno con la scritta “grassa”.

Nella nuova versione della clip Swift sale sulla bilancia, ricevendo uno sguardo di disapprovazione da un doppelganger interpretato anche da Swift, ma non viene mostrata alcuna lettura. Le speculazioni sul ragionamento alla base della rimozione di quei fotogrammi provengono dal dibattito online sulla scena, che da allora è stata etichettata da alcuni come “anti-grasso” a causa dell’indicazione che essere grasso è una cosa negativa.

La modifica arriva dopo che alcuni fan e commentatori hanno criticato la scena della scala per aver perpetuato la “fatfobia”. Su Twitter, la terapista dei disturbi alimentari e blogger di body positivity Shira Rosenbluth ha affermato che la clip “ha ribadito ancora una volta che è il peggior incubo di tutti assomigliare a noi”, mentre la scrittrice di Teen Vogue Catherine Mhloyi ha descritto la scena come “pigra”: “In avere la parola ‘ fat’ appare sulla bilancia, ha scelto di nominare esplicitamente il suo demone, la paura di essere chiamata grassa, che è fatphobia nel suo senso più letterale.

Non tutti erano inorriditi dalla presunta “fobia grassa” di Swift. Altri commentatori, tra cui Whoopi Goldberg, sono venuti in difesa di Swift. “Lascia che provi i suoi sentimenti – se non ti piace la canzone, non ascoltarla”, ha detto nel programma televisivo The View. “Perché stai sprecando il tuo tempo con questo? Vuoi sempre dire qualcosa su Taylor Swift: lascia stare il suo culo”. Joy Behar ha aggiunto: “Cosa dovrebbe mettere sulla bilancia, ‘grassoccia? Non funziona”.

Swift ha parlato di lottare con un disturbo alimentare in passato, più ampiamente nel suo documentario Netflix del 2020 “Miss Americana”. Nel film, Swift ammette che ci sono state volte in passato (“È successo solo poche volte, e non ne sono in alcun modo orgoglioso”) in cui ha visto “una mia foto in cui mi sento come se fossi la mia pancia era troppo grande, o… qualcuno ha detto che sembravo incinta… e questo mi farà solo morire di fame un po’, smettila di mangiare.

Il presupposto è sempre stato che gli artisti abbiano la libertà di esprimere i propri pensieri e le proprie emozioni attraverso le proprie opere, ma poiché l’obesità diventa una minaccia sempre maggiore per la salute, sembra crescere una maggiore resistenza a qualsiasi critica nei suoi confronti. Ora, a quanto pare, è diventato politicamente scorretto anche solo nominarlo.

Ultime Notizie

Back to top button