Cultura

Tim Weah, nato a Brooklyn, segna il primo gol nella partita di Coppa del Mondo contro il Galles

Per la prima volta in otto anni, la nazionale maschile degli Stati Uniti ha segnato un gol in una partita di Coppa del Mondo e l’impresa è stata compiuta da una figura sportiva locale, direttamente da Brooklyn, Tim Weah.

Il grande Primo si è congratulato con l’attaccante degli Stati Uniti per punteggio il suo gol d’esordio in Coppa del Mondo nell’1-1 degli americani contro il Galles.

L’esterno 22enne è diventato il 23esimo uomo nella storia a segnare un gol per gli Stati Uniti con un bel finale al 38′ dell’esordio della fase a gironi di lunedì contro il Galles. Dopo una corsa spettacolare e un passaggio dell’attaccante Christian Pulisic, Weah ha fatto il resto, mandando la palla dall’esterno del piede destro e in fondo alla rete.

Il punteggio ha segnato il primo gol dell’USMNT in una Coppa del Mondo da quando Julian Green ha segnato negli ottavi di finale contro il Belgio nel torneo del 2014. Ancora più importante, il traguardo di Weah ha dato alla squadra americana un vantaggio di 1-0.

Il gol di Weah ha segnato il primo gol subito dal Galles in una partita di Coppa del Mondo dal 1958, segnato dalla leggenda brasiliana Pelé.

Gli Stati Uniti hanno dominato per la maggior parte del primo tempo contro il Galles, tenendo palla nella metà campo avversaria per gran parte dei primi 45 minuti. Gli americani hanno mantenuto il possesso palla per il 66% del primo tempo, contro il 34% dei gallesi.

Ultime Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button