Esteri

Turista a Venezia sfreccia sul Canal Grande con un taxi acqueo rubato

L’incidente arriva poche settimane dopo che i turisti hanno fatto surf sul Canal Grande.

La polizia di Venezia ha arrestato un turista belga che ha rubato un taxi acqueo dall’aeroporto Marco Polo della città e lo ha portato a fare un giro ad alta velocità lungo il Canal Grande mercoledì.

Il sindaco Luigi Brugnaro ha elogiato gli ufficiali per la loro “determinazione e coraggio” nell’arrestare il turista che guidava “in modo pericoloso” il motoscafo per il centro storico della città lagunare.

La polizia ha dato la caccia dopo aver visto il motoscafo viaggiare a tutta velocità durante l’ora di punta nel cuore della città, secondo le notizie italiane.

Gli agenti hanno tagliato la barca a San Trovaso, tra l’Università Ca’ Foscari e L’Accademia, a tenaglia utilizzando diverse barche della polizia.

Tuttavia, quando la polizia è salita a bordo del taxi acqueo, ha trovato al volante un turista belga di 61 anni, non il proprietario del veicolo che normalmente effettua un servizio di trasporto privato.

Non è chiaro il motivo per cui l’uomo – che ora deve affrontare un procedimento penale – abbia deciso di rubare il taxi all’aeroporto della città e dirigersi in città a pieno regime.

L’incidente, filmato da numerosi curiosi, è avvenuto nel bel mezzo della Mostra del Cinema di Venezia, poche settimane dopo che due turisti australiani hanno navigato lungo il Canal Grande su tavole da surf motorizzate.

Dopo che il sindaco ha offerto la cena a chiunque potesse identificare gli “idioti arroganti”, i turisti sono stati rintracciati e multati di 1.500 euro ciascuno.

La polizia ha anche sequestrato l’equipaggiamento dei turisti, del valore di circa 25.000 euro, e li ha espulsi dalla città.

Ultime Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button