Tutto quello che ho mangiato al ristorante Gucci con una stella Michelin durante il mio pranzo da $ 230 – e NON ERO ancora PIENO

Invece di sborsare una piccola fortuna per il pranzo, prendi il tuo cibo fantasioso qui.

Un buongustaio ha svelato cosa vuol dire cenare in uno dei ristoranti più alla moda della California, con prezzi elevati, piatti artistici e un bagno spazioso tra le offerte.

Il creatore di YouTube Jacob Cruikshank ha prenotato la Gucci Osteria, che è ospitata all’interno di una boutique Gucci su Rodeo Drive, e vanta una stella Michelin con lo chef italiano Mattia Agazzi al timone.

Jacob spiega ai suoi fan che ha optato per il menu degustazione di cinque portate, che costa $ 170 a persona, e una bottiglia di acqua naturale da $ 8.

Ciò ha portato il totale complessivo a $ 230,51 una volta applicate le tasse e i costi di servizio.

Il creatore di YouTube Jacob Cruikshank ha prenotato la Gucci Osteria, che si trova all’interno di una boutique Gucci su Rodeo Drive

Jacob spiega ai suoi fan di aver optato per il menu degustazione di cinque portate, che costa $ 170 a persona e una bottiglia di acqua naturale da $ 8

Jacob spiega ai suoi fan di aver optato per il menu degustazione di cinque portate, che costa $ 170 a persona e una bottiglia di acqua naturale da $ 8

Il creatore ha detto che era un po’ preoccupato di non sembrare abbastanza alla moda, ma quando è arrivato è stato trattato come una “persona importante” con una flotta di personale che lo ha accompagnato a un tavolo

Jacob ha detto di aver ricevuto un “regalo di benvenuto” sotto forma di una selezione di pane. Gli articoli includevano un croissant con burro al tartufo e altro pane con burro al miele e ricotta

Per la prima portata del suo menu degustazione gli è stata poi offerta un’insalata chiamata “La primavera è qui per restare”

Successivamente, Jacob ha mangiato un'insalata di mare con verdure di stagione, che secondo lui era la sua meno preferita

Successivamente, Jacob ha mangiato un’insalata di mare con verdure di stagione, che secondo lui era la sua meno preferita

Il creatore ha detto che era un po’ preoccupato di non sembrare abbastanza alla moda, ma quando è arrivato, è stato trattato come una “persona importante” con una flotta di personale che lo ha accompagnato a un tavolo.

Jacob era seduto a un tavolo “metà al chiuso e metà all’aperto” nel ristorante da 50 posti. Dettagliando gli interni, ha detto: “Mi ha davvero ricordato se avessi una nonna che viveva in Italia, che aveva circa 100 milioni di dollari e tu stavi mangiando nel suo cortile”.

«C’è qualcosa che mi ricorda davvero le vecchie signore.

“C’erano mobili Gucci intorno al ristorante e ho notato che penso che tutti quelli che lavoravano lì indossassero scarpe da ginnastica Gucci.”

Passando al cibo, Jacob ha detto di aver ricevuto un “regalo di benvenuto” sotto forma di una selezione di pane. Tra i prodotti c’erano un croissant con burro al tartufo e altro pane con burro al miele e ricotta “con un po’ di pepe sopra”.

Per la prima portata del suo menu degustazione gli è stata poi offerta un’insalata chiamata “La primavera è qui per restare”.

Il miscuglio comprendeva finocchio, storione, asparagi perseverati e nori (alghe commestibili essiccate).

Offrendo il suo verdetto sul corso, Jacob ha detto: ‘C’era lo storione, e in realtà ho dovuto cercare su Google di cosa si tratta. Se hai intenzione di mangiare quel tipo di pesce, dovresti cercarlo su Google prima di mangiarlo perché è il tipo di pesce che mi fa schifo.

‘Con l’insalata, mi hanno dato queste cose tipo taco e mi hanno detto che potevi usarle per mettere l’insalata… ma ho finito per sgranocchiarle nell’insalata per aggiungere un fattore di croccantezza.

‘Sicuramente non la solita insalata che mangio, ma mi è piaciuta questa portata. Aveva un sapore di limone e conteneva pezzetti di un tipo di formaggio cremoso, il che era gustoso.

‘È stato bello. Mi ha ricordato Gucci? Non necessariamente, ma mi ha ricordato il cibo della gente raffinata.’

Come seconda portata, Jacob ha mangiato un’insalata di mare con verdure di stagione, che secondo lui era il suo piatto meno preferito.

Rifletté: ‘Non mi sembrava commestibile… ma ne apprezzavo l’unicità. Semplicemente non mi piaceva molto il gusto, ma poi ho finito tutto, quindi ovviamente mi è piaciuto ancora.’

Dopo un secondo piatto deludente, Jacob si è detto emozionato per la proposta successiva: un “risotto travestito da pizza”

Jacob si è infilato nella sua ultima portata salata, che era merluzzo alla milanese con terrina di pomodori del mercato contadino

Jacob si è infilato nella sua ultima portata salata, che era merluzzo alla milanese con terrina di pomodori del mercato contadino

Per finire, il menu di Jacob terminava con un dessert chiamato Charlie Marley, che conteneva cioccolato, nocciole e riso selvatico.

Per finire, il menu di Jacob terminava con un dessert chiamato Charlie Marley, che conteneva cioccolato, nocciole e riso selvatico.

Prima di concedersi altro cibo, Jacob è andato in bagno e lo ha descritto come “lussuoso” e “molto spazioso” con una sedia nell’angolo

Alla fine, nonostante abbia speso la cifra più alta per un pranzo tutto per sé, “non era ancora sazio”

Dopo un secondo piatto deludente, Jacob si è detto entusiasta per la prossima offerta: un “risotto travestito da pizza”.

Spiega che lo chef Mattia Agazzi ha avuto l’ispirazione di far sembrare la parte superiore del risotto come una pizza, e i camerieri gli hanno detto che avrebbe dovuto provare ciascuno dei colori – rosso, bianco e verde – individualmente, prima di mescolarli.

Le sue aspettative non hanno deluso e Jacob ha detto che il risotto era “delizioso” e che avrebbe mangiato “quattro volte la porzione che mi avevano dato”.

Prima di concedersi altro cibo, Jacob è andato in bagno e lo ha descritto come “lussuoso” e “molto spazioso” con una sedia nell’angolo.

Tornato al suo tavolo, Jacob ha gustato la sua ultima portata salata: merluzzo alla milanese con terrina di pomodori del mercato contadino.

Jacob ha descritto la creazione come “sostanzialmente pesce messo in pastella e fritto”.

Di conseguenza, ha detto “non è possibile che questo non possa essere buono” e “luccicava di untuosità”.

Come il risotto, ha detto che il merluzzo era “delizioso” e che avrebbe “tagliato via un po’ di pesce e poi avrebbe aggiunto un po’ di salsa di pomodoro in ogni boccone”.

Per finire, il menu di Jacob terminava con un dessert chiamato “Charlie Marley”, che conteneva cioccolato, nocciole e riso selvatico.

Ha notato che la presentazione era “interessante” e gli ricordava un edificio per la sua forma a torre.

Come “regalo d’addio”, a Jacob è stata regalata una “gommosa alla frutta e un cerchio di cioccolato con sale sopra”.

Nel complesso, Jacob sembrava soddisfatto del suo pranzo elegante, con personale “molto attento” e buoni sapori.

Tuttavia, ha detto alla fine, nonostante abbia speso la cifra più alta per un pranzo tutto per sé, “non era ancora pieno”.

Ultime Notizie

Back to top button