Cultura

Un evento inedito e “confuso”

Quando Papa Benedetto XVI si è dimesso nel 2013, era la prima volta in 600 anni che accadeva una cosa del genere. Per il decennio successivo i due papi vissero fianco a fianco in Vaticano, uno al centro della scena, l’altro all’ombra di un monastero.

I funerali di Benedetto XVI si terranno giovedì mattina e saranno «presieduti da papa Francesco», ha detto Matteo Bruni, portavoce vaticano. Sono molte le domande che circondano questo evento senza precedenti, ma Bruni non ha voluto rispondere a nessuna di esse. “Non credo che ora sia il momento per le domande di lasciarci il tempo per un po’ di tristezza nel nostro cuore.”

Secondo il New York Times, nessuno era abbastanza sicuro di cosa sarebbe successo esattamente e di come sarebbe stato il primo funerale di un papa emerito. Forse questo non è vero. Sicuramente la dirigenza vaticana sapeva che questo giorno sarebbe arrivato e, come è prassi in qualsiasi governo o grande azienda, i piani per la transizione erano stati preparati con largo anticipo.

«La questione è complicata», ha detto Agostino Paravicini Bagliani, storico del papato.

Quelle complicazioni erano immediatamente inevitabili. Il signor Bruni ha detto che il funerale sarà “semplice” e “solenne ma sobrio”, in linea con i desideri di Benedict. Ma Benedetto, avendo mantenuto il titolo di pontefice, se emerito, non era un semplice cardinale, e non era chiaro se avrebbe ricevuto il pieno sfarzo procedurale e le circostanze per un pontefice morto in carica, tra le altre cose.

New York, 18/04/2008: Papa Benedetto XVI si prepara a parlare al personale delle Nazioni Unite nella Sala dell’Assemblea Generale. (Foto ONU/Paulo Filgueiras)

Saranno presenti due delegazioni ufficiali, quella tedesca e quella italiana. Ma le altre nazioni invieranno rappresentanti? L’anello del pescatore di Benedetto, il sigillo usato per i documenti papali, era già stato distrutto, quindi non sarebbe stato necessario. Ma il suo studio e la sua camera da letto saranno chiusi?

Quando muore un papa, i cardinali di tutto il mondo vengono a riunirsi per piangere, ma anche per votare nel conclave che elegge il suo successore. “Chiaramente, questo non è un problema in questo caso”, ha detto Paravicini Bagliani, aggiungendo che i cardinali che sono venuti lo avrebbero fatto solo “in lutto”.

Domenica il Vaticano ha rilasciato una fotografia del papa defunto, vestito con una mitra e paramenti rossi, le mani avvolte in un rosario mentre il suo corpo era adagiato su cuscini sotto un crocifisso e tra un albero di Natale e il presepe.

Benedict aveva espresso il desiderio di farlo essere sepolto nelle grotte vaticane, sotto la basilica, nella nicchia dove furono sepolti San Giovanni XXIII e San Giovanni Paolo II prima del trasferimento delle loro spoglie nelle cappelle della basilica. Sabato il Vaticano ha confermato che sarebbe stato sepolto nelle grotte ma non ha ancora annunciato esattamente dove.

Tutte le decisioni, secondo The Seismograph, un sito web profondamente radicato in Vaticano, appartenevano a Francesco.

L’incertezza che circondava i riti in onore di Benedetto nella morte derivava dalla decisione che generò la confusione negli ultimi anni della sua vita. Dopo che Benedetto si è dimesso, ha promesso di essere “nascosto dal mondo”, un giuramento che ha mantenuto per lo più. Ma con sgomento di molti, prese il titolo di papa emerito, mantenendo le sue vesti bianche e un seguito di conservatori ideologici che cercarono di trasformarlo in un centro di potere alternativo.

Ora che è arrivato il fatidico momento della conclusione di questo dramma decennale, la confusione e l’incertezza su ciò che potrebbe accadere dopo sono all’ordine del giorno. I fedeli in piazza San Pietro sono perplessi: «Non ho ancora capito bene come funzionerà», ha detto Chiara Darida, 73 anni, maestra in pensione, davanti alla basilica. “È una situazione nuova, non è mai successo prima”, ha detto.

Ultime Notizie

Back to top button