Una compagnia del gas trova una nave di 3.300 anni al largo delle coste israeliane

TEL AVIV, Israele —

Una società di perforazione per la ricerca di gas naturale al largo delle coste del nord di Israele ha scoperto una nave di 3.300 anni e il suo carico, uno dei più antichi esempi conosciuti di nave che navigava lontano dalla terra, ha detto giovedì l’Autorità israeliana per le antichità.

La scoperta della nave della tarda età del bronzo così lontana in mare indica che le capacità di navigazione degli antichi marittimi erano più avanzate di quanto si pensasse in precedenza perché potevano viaggiare senza una linea di vista verso la terra, ha detto l’IAA.

La grande profondità alla quale è stata ritrovata la nave significa che è stata lasciata indisturbata dalle onde, dalle correnti o dai pescatori nel corso dei millenni, offrendo un maggiore potenziale per la ricerca.

“La scoperta di questa imbarcazione ora cambia la nostra intera comprensione delle abilità degli antichi marinai. È la prima ad essere trovata a una distanza così grande senza linea di vista verso alcuna massa continentale”, ha affermato Jacob Sharvit, capo dell’unità marina dell’IAA, aggiungendo che due navi simili della stessa epoca erano state scoperte in precedenza, ma solo vicino alla riva.

Sharvit ha affermato che fino ad ora i ricercatori avevano ipotizzato che il commercio in quell’epoca fosse condotto da barche che navigavano vicino alla riva, tenendo d’occhio la terra mentre si spostavano da un porto all’altro. Ha detto che i marinai della barca appena scoperta probabilmente usavano il sole e le stelle per orientarsi.

La nave di legno è affondata a circa 90 chilometri dalla costa mediterranea di Israele ed è stata scoperta a una profondità di 1.800 metri da Energean, una società di gas naturale che gestisce numerosi giacimenti di gas naturale in acque profonde nelle acque territoriali israeliane.

Nel suo lavoro, Energean ha affermato di utilizzare un robot sommergibile per perlustrare il fondale marino. Circa un anno fa, si è imbattuto in una nave lunga dai 12 ai 14 metri sepolta sotto il fondo fangoso, annidata sotto centinaia di brocche vecchie di migliaia di anni.

La barca e il suo carico erano completamente intatti, ha detto l’IAA, aggiungendo che la nave sembrava essere affondata durante una tempesta o dopo essere stata attaccata dai pirati.

La nave per ora non verrà recuperata.

Energean ha collaborato con l’IAA per recuperare due delle brocche, che probabilmente venivano utilizzate per trasportare olio, vino o frutta, e portarle in superficie per la ricerca.

L’IAA ha identificato le brocche come cananei, un popolo che risiedeva nelle terre confinanti con il Mediterraneo orientale.

Ultime Notizie

Back to top button