Una donna britannica, 72 anni, sbranata da un orso è stata salvata dalla sua “spessa giacca M&S” quando l’animale le ha affondato le mascelle nel braccio mentre scattava una foto in Romania

Una turista britannica che è stata sbranata da un orso bruno in Romania è stata salvata dalla sua “spessa giacca M&S”, ha rivelato un amico.

Moira Gallacher e la sua compagna turistica Charmian Widdowson stavano guidando sulla strada di montagna Transfăgărășan nella contea di Argeş il 22 aprile quando hanno incontrato una mamma orsa e il suo cucciolo.

La 72enne del West Lothian desiderava farsi una foto con gli animali, ma con suo orrore uno è saltato in piedi e ha cercato di salire in macchina mentre abbassava il finestrino.

Il predatore le ha stretto le mascelle attorno al braccio, e la signora Widdowson ha spiegato al Telegraph: “La mamma orso aveva fame e pensava che il mio amico sarebbe stato a pranzo”.

Fortunatamente per la signora Gallacher, ha detto il suo amico, “indossava una spessa giacca Marks & Spencer e il povero orso ha più giacca che braccio”.

Moira Gallacher (nella foto) è stata portata d’urgenza in un vicino ospedale e ha detto ai giornalisti locali che il suo braccio era “dolorante”

Dopo aver deciso di farsi un selfie con l'orso, la Gallacher ha abbassato il finestrino della macchina ma uno dei predatori gli è saltato sulle zampe posteriori

Dopo aver deciso di farsi un selfie con l’orso, la Gallacher ha abbassato il finestrino della macchina ma uno dei predatori gli è saltato sulle zampe posteriori

Il pensionato è stato portato d’urgenza in ospedale e alla fine è sfuggito a quello che avrebbe potuto essere un incontro mortale.

“Sono stata molto, molto fortunata”, ha detto. “Lo shock è iniziato oggi, ma ora va tutto bene.”

A seguito dell’attacco, secondo quanto riferito, la polizia si è organizzata in diverse squadre per allontanare gli orsi dalla zona.

Hanno inoltre consigliato ai residenti e ai turisti di mantenere sempre una distanza di sicurezza in caso di incontro con animali allo stato brado.

Dopo essere rimasta ferita ha detto ai giornalisti locali: “Eravamo in macchina e stavamo andando a fare una foto e gli orsi si sono avvicinati alla finestra”.

Parlando dal suo letto d’ospedale, ha aggiunto: “Volevo solo fargli una foto”.

L’incontro ravvicinato arriva dopo una terrificante ondata di attacchi di orsi in tutta Europa, inclusa la morte di un corridore in Italia l’anno scorso.

Andrea Papi, 26 anni, avrebbe sorpreso la mamma e i suoi cuccioli mentre correvano lungo un sentiero nel bosco delle Dolomiti.

In Slovacchia il mese scorso, una donna bielorussa, 31 anni, stava camminando attraverso la catena montuosa dei Bassi Tatra con un compagno di sesso maschile prima di essere attaccata da un orso.

La turista scozzese, 72 anni, stava guidando su una strada di montagna in Romania quando ha incontrato due orsi

La turista scozzese, 72 anni, stava guidando su una strada di montagna in Romania quando ha incontrato due orsi

Il tuo browser non supporta iframe.

Secondo il suo compagno maschio, lui e la donna sono fuggiti in direzioni diverse, nella fitta foresta circostante e nei ripidi burroni.

Il suo corpo è stato scoperto dal servizio di soccorso alpino slovacco a marzo con l’orso ancora nelle vicinanze che è stato spaventato dai colpi di pistola della squadra di soccorso.

Poi, pochi giorni dopo, un orso bruno ha scatenato il suo terrore imperversando nella città slovacca di Liptovský Mikuláš e ha attaccato due persone, lasciandole ricoverate in ospedale.

Una donna di 49 anni ha riportato un infortunio alla spalla, mentre un uomo di 72 anni è stato curato per uno squarcio sulla testa dopo che i due sono stati presi di mira dalla bestia.

Una bambina di 10 anni e altri due adulti hanno riportato graffi e contusioni, hanno detto le autorità, mentre una coppia che spingeva il loro bambino in un passeggino è stata “fortunata a scappare illesa”.

L'orso bruno era stato ripreso in un video mentre correva per le strade della cittadina slovacca Ora l'orso è stato colpito

L’orso bruno che ha devastato le strade di Liptovský Mikuláš, in Slovacchia, è stato ucciso il 27 marzo

Le autorità hanno quindi dichiarato lo stato di emergenza e la gente del posto è stata invitata a non lasciare le proprie case mentre il predatore restava in libertà.

L’orso bruno è stato ucciso a colpi d’arma da fuoco il 27 marzo dopo una caccia ai droni durata 10 giorni.

Gli orsi sono comuni in gran parte dell’Europa orientale nelle aree circostanti i Carpazi, che si estendono dalla Romania alla Polonia e attraversano la Slovacchia.

Negli ultimi anni si sono verificati numerosi attacchi di orsi in tutta l’Europa orientale, incluso un attacco mortale in Slovacchia nel 2021.

Il ministro dell’Ambiente slovacco ha dichiarato che insieme alla Romania proporrà al prossimo Consiglio dei ministri dell’ambiente dell’UE di riclassificare gli orsi nell’elenco delle specie protette perché il loro numero significa che non sono più in pericolo e potrebbero essere abbattuti selettivamente.

Ultime Notizie

Back to top button