Cultura

Woody Allen annuncia il suo ritiro dalla regia di film

Woody Allen, parlando al quotidiano spagnolo La Vanguardia, ha annunciato il suo ritiro dal cinema.

Allen, in Europa per lavorare al suo 50esimo film, ha detto che intendeva ritirarsi dal fare film e dedicare più tempo alla scrittura. Quello che ora sarà il suo ultimo film è ambientato a Parigi e sarà girato interamente in francese tra un paio di settimane.

Allen ha descritto il suo prossimo film come simile a “Match Point”, in quanto sarebbe stato “eccitante, drammatico e anche molto sinistro”. Di recente ha scritto la sua quinta raccolta di pezzi umoristici, “Zero Gravity”, che sarà pubblicata il 27 settembre da Alianza in Spagna. Negli Stati Uniti è stato pubblicato da Arcade e distribuito da Simon & Schuster.

Allen ha sparato più spesso in Europa da quando il suo sostegno negli Stati Uniti è crollato dopo le accuse di abusi sessuali su minori contro di lui. Nel 2020 ha aperto il San Sebastian Film Festival con “Rifkin’s Festival”, girato nella città chic di San Sebastian e nei dintorni. La sua relazione con il festival del capoluogo basco risale al 2004, quando ha presentato per la prima volta “Melinda & Melinda” e nel 2008 con la prima di “Vicky Cristina Barcelona”.

Protagonisti Elena Anaya, Louis Garrel e Gina Gershon, “Rifkin’s Festival” si svolge durante il festival, il più importante nel mondo di lingua spagnola.

Sorprendentemente, è stato all’inizio della conferenza stampa che ha segnato l’inizio della produzione del film che ha annunciato di “non aver mai pensato di ritirarsi”. Il “Festival di Rifkin” è stato sostenuto dal colosso dei media spagnolo Mediapro, che ha anche sostenuto due dei film di maggior successo di Allen “Vicky Cristina Barcelona”, che hanno fatto vincere a Penelope Cruz il suo primo Oscar, e “Midnight in Paris”.

Gli Amazon Studios hanno accantonato il suo precedente film “A Rainy Day in New York” dopo aver accusato Allen di “sabotare” il futuro del film con i suoi commenti sulle accuse di abuso di sua figlia Dylan Farrow. Li ha citati in giudizio per $ 68 milioni per presunta violazione del contratto. La controversia è stata successivamente risolta in via extragiudiziale.

Allen ha avuto problemi anche con le case editrici. Hachette ha cancellato la pubblicazione del suo libro di memorie “Apropos of Nothing” dopo le proteste del personale, ma è stato ripreso da un altro editore, Arcade.

Ultime Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button