Xi ospita Putin per i colloqui di Pechino

Il presidente cinese Xi Jinping ha ospitato giovedì il presidente russo Vladimir Putin per i colloqui a Pechino, l’inizio di una visita di due giorni del leader russo.

Prima del viaggio, il Cremlino ha affermato che Xi e Putin “avranno una discussione dettagliata sull’intera gamma di questioni relative al partenariato globale e alla cooperazione strategica e determineranno le nuove direzioni per l’ulteriore sviluppo della cooperazione tra Russia e Cina”.

I leader dovrebbero inoltre “avere uno scambio dettagliato di opinioni sulle questioni internazionali e regionali più acute”, ha affermato il Cremlino.

Mercoledì Putin ha dichiarato in un’intervista ai media cinesi che la Russia è pronta a negoziare sulla guerra in Ucraina.

La Russia “non si è mai rifiutata di negoziare”, ha detto Putin all’agenzia statale cinese Xinhua News Agency. La Russia cerca una “soluzione globale, sostenibile e giusta di questo conflitto con mezzi pacifici”.

La Russia ha invaso l’Ucraina nel febbraio 2022.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyy ha proposto un piano di pace e la Svizzera ospiterà i colloqui di pace il mese prossimo, ma la Russia non è stata invitata agli incontri. L’Ucraina sta cercando il ritiro completo delle forze russe dall’Ucraina, comprese le aree che la Russia ha affermato di aver annesso, una mossa che è stata respinta dalla comunità internazionale.

La scorsa settimana la Russia ha intensificato i suoi attacchi contro la regione di Kharkiv, nel nord-est dell’Ucraina, costringendo quasi 8.000 persone a lasciare le proprie case.

La Cina afferma di essere una parte neutrale nel conflitto ucraino. Ma ha sostenuto economicamente, politicamente e retoricamente la Russia e rifiuta di condannare l’offensiva di Mosca.

“Non credo che Xi sosterrà al 100% le continue ostilità della Russia”, ha detto a ColorNews Lyle Morris, membro senior del Centro per l’analisi cinese dell’Asia Society Policy Institute. “Penso che Putin lo sappia. Quindi la sua mano si sta indebolendo”.

Putin ha affermato che la Cina comprende le origini della crisi in Ucraina e nutre un sincero desiderio di stabilizzare la situazione, secondo l’agenzia Xinhua.

Poche settimane prima che le truppe russe invadessero l’Ucraina nel 2022, Xi e Putin hanno firmato un impegno in cui dichiaravano la loro partnership bilaterale “senza limiti”. Da allora Pechino è diventata il partner economico e diplomatico più affidabile di Mosca poiché le nazioni occidentali hanno imposto severe sanzioni economiche in risposta all’invasione.

Putin “cercherà di assicurarsi che la Cina sostenga la Russia in qualsiasi tipo di negoziato internazionale o fondamentalmente trovi un modo per aggirare le sanzioni statunitensi”, ha detto William Pomeranz, direttore del Kennan Institute del Wilson Center, in un’intervista a ColorNews.

“La Cina sta diventando sempre più importante” nelle relazioni tra Russia e Cina, ha detto a ColorNews Edward Lucas, consigliere senior presso il Centro per l’analisi politica europea.

Il “No” di Putin. Il primo problema è l’aiuto all’Ucraina”, ha detto. “Vuole aiuto diplomatico. Vuole aiuto per infrangere le sanzioni. Vorrebbe più armi.”

Lucas ha detto che l’interesse di Xi è leggermente diverso. Xi “non vuole che la Russia perda, ma non vuole nemmeno che la Russia acceleri la scalata nucleare”, ha detto.

Il viaggio di Putin in Cina è la sua prima visita all’estero da quando è stato rieletto a marzo per un quinto mandato. Il viaggio è la sua seconda visita in Cina in sei mesi.

Si è recato a Pechino in ottobre per partecipare a un forum sull’iniziativa cinese Belt and Road, un progetto lanciato da Xi dieci anni fa per costruire infrastrutture globali e reti energetiche che collegano l’Asia con l’Europa e l’Africa.

Parte del materiale contenuto in questo rapporto proviene da Associated Press, Agence France-Presse e Reuters. Anche il giornalista del ColorNews Mandarin Service John Xie e la giornalista del ColorNews Ukraine Service Tatiana Vorozhko hanno contribuito a questo rapporto.

Ultime Notizie

Back to top button