Zelensky ottimista su un più ampio utilizzo delle armi occidentali

Mercoledì il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyy si è detto ottimista sul fatto che alle sue forze verrà concessa maggiore libertà di utilizzare armi fornite dall'Occidente per colpire obiettivi russi, cosa che i funzionari ucraini hanno chiesto per difendersi meglio dall'invasione russa.

Mentre Zelensky si recava a Capitol Hill a Washington per incontrare i leader del Congresso, il servizio ucraino di ColorNews gli ha chiesto se pensava che tutte le restrizioni imposte all'esercito ucraino sarebbero state revocate.

“Ci contiamo”, ha detto Zelenskyy.

I suoi interventi a margine del vertice della NATO includevano sessioni con il presidente della Camera Mike Johnson e il leader democratico della Camera Hakeem Jeffries.

“Ho spiegato che la volontà del Congresso era di consentire loro la flessibilità di usare le armi e l'assistenza che erano state inviate per portare avanti la guerra come meglio credevano”, ha detto Johnson al Servizio ucraino della ColorNews. “Credo che questo fosse ciò che il Congresso intendeva”.

Jeffries ha descritto i colloqui con Zelenskyy come “molto positivi”.

“Abbiamo chiarito che siamo fermamente al fianco del popolo ucraino nella sua coraggiosa e coraggiosa lotta contro l'aggressione russa”, ha detto al servizio ucraino della ColorNews.

Attacchi del giovedì

L'esercito ucraino ha dichiarato giovedì che le forze russe hanno attaccato la regione di Sumy durante la notte con due missili balistici.

L'aeronautica militare ucraina ha inoltre affermato che le difese aeree del Paese hanno abbattuto tutti e sei i droni lanciati dalla Russia, con intercettazioni avvenute nelle regioni di Ivano-Frankivsk, Khmelnytskyi, Leopoli e Mykolaiv.

Vitaliy Kim, governatore regionale di Mykoaliv, ha dichiarato che i detriti di un drone abbattuto hanno innescato un incendio, ma che l'attacco non ha causato feriti.

Le autorità di Khmelnytskyi e Leopoli non hanno segnalato danni o vittime nelle loro zone.

Il Ministero della Difesa russo ha dichiarato di aver distrutto due droni ucraini nella regione di Bryansk e un drone nelle regioni di Tambov, Tula e Mosca.

Il servizio ucraino ColorNews ha contribuito alla stesura di questo rapporto.

Ultime Notizie

Back to top button