Mondo

Zelenskyy consegna a Biden la medaglia nella visita alla Casa Bianca

CASA BIANCA –

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha accolto il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyy alla Casa Bianca mercoledì, segnando la prima visita nota di Zelenskyy fuori dall’Ucraina da quando la Russia ha lanciato la sua invasione del paese a febbraio.

“Il popolo ucraino continua a ispirare il mondo”, ha detto Biden. “Non solo ci ispirano, ma ispirano il mondo, con il loro coraggio e il modo in cui hanno scelto la loro resilienza e determinazione per il loro futuro”.

Il popolo americano “si è schierato con orgoglio” con gli ucraini, ha detto.

“Democratici e repubblicani insieme ai nostri alleati in Europa, Giappone e altri luoghi, per assicurarci di avere l’assistenza finanziaria, umanitaria e di sicurezza necessaria”, ha detto Biden, osservando che sono passati 300 giorni da quando il presidente russo Vladimir Putin ha lanciato il suo “assalto brutale al diritto dell’Ucraina di esistere come nazione”.

Zelenskyy, che ha parlato in inglese, ha esteso a Biden il suo apprezzamento per il sostegno bipartisan “dal mio cuore, il cuore degli ucraini, tutti gli ucraini”.

“Grazie, dalla nostra gente comune, alla vostra gente comune, americani”, ha detto.

Zelenskyy ha anche consegnato a Biden una medaglia della Croce al merito militare che apparteneva a un soldato ucraino, capitano di una batteria HIMARS fornita dagli Stati Uniti. Il soldato aveva chiesto a Zelenskyy di consegnarla al “presidente molto coraggioso”. Accettando la medaglia, Biden ha detto che era “immeritata, ma molto apprezzata”.

In un briefing ai giornalisti martedì sera, un alto funzionario dell’amministrazione ha affermato che la visita di Zelenskyy ha un’importanza simbolica, fornendo un’opportunità per “sottolineare l’impegno duraturo degli Stati Uniti nei confronti dell’Ucraina”.

“Si tratta di inviare un messaggio a Putin e inviare un messaggio al mondo che l’America sarà lì per l’Ucraina per tutto il tempo necessario”, ha detto il funzionario, che ha parlato a condizione di anonimato come è consuetudine per tali briefing.

“Il presidente Putin ha calcolato male l’inizio di questo conflitto quando ha presunto che il popolo ucraino avrebbe ceduto e che la NATO sarebbe stata disunita. Aveva torto su entrambi i fronti. Ha ancora torto sulla nostra capacità di resistenza. Ed è quello che dimostrerà questa visita”.

Il viaggio arriva mentre i legislatori statunitensi stanno discutendo altri 45 miliardi di dollari in aiuti di emergenza all’Ucraina, che porterebbero l’assistenza totale americana in tempo di guerra a più di 100 miliardi di dollari. Zelenskyy avrebbe dovuto parlare prima di una riunione congiunta del Congresso mercoledì prossimo.

“Zelenskyy potrebbe voler fare un forte caso pubblico per il sostegno degli Stati Uniti in un momento in cui alcuni repubblicani e alcuni progressisti alla Camera hanno espresso scetticismo sugli aiuti all’Ucraina”, ha affermato William Courtney, membro anziano aggiunto della RAND.

Un recente sondaggio del Consiglio di Chicago rileva che il 65% degli americani continua a sostenere l’assistenza degli Stati Uniti all’Ucraina. E il 48% afferma che gli Stati Uniti dovrebbero sostenere l’Ucraina “finché sarà necessario”, mentre il 47% desidera che Washington esorti Kyiv ad accontentarsi della pace il prima possibile.

Mentre Zelenskyy non è noto per aver lasciato l’Ucraina dall’inizio dell’invasione a febbraio, ha effettuato visite fuori dalla capitale, Kiev, incluso martedì nella città orientale di Bakhmut, dove le sue forze sono state impegnate in pesanti combattimenti. Ha fatto tappa in Polonia sulla strada per Washington.

Difesa missilistica patriota

Quando Zelenskyj è atterrato sul suolo statunitense, il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti ha annunciato 1,85 miliardi di dollari in ulteriore assistenza alla sicurezza per l’Ucraina, che include una batteria di difesa aerea Patriot e munizioni, munizioni aggiuntive per i sistemi missilistici di artiglieria ad alta mobilità (HIMARS), missili, artiglieria e altri munizioni. È il 28esimo prelievo di attrezzature di questo tipo che Biden ha autorizzato dall’agosto 2021.

“Questo prelievo di 1 miliardo di dollari fornirà all’Ucraina maggiori capacità di difesa aerea e di attacco di precisione, oltre a munizioni aggiuntive e attrezzature critiche che l’Ucraina sta utilizzando in modo così efficace per difendersi sul campo di battaglia”, ha dichiarato il segretario di Stato Antony Blinken in una dichiarazione.

Blinken ha affermato che gli Stati Uniti stanno anche annunciando ulteriori $ 850 milioni di assistenza alla sicurezza, portando il totale a $ 21,9 miliardi senza precedenti dall’inizio dell’amministrazione.

Zelenskyy ha ripetutamente esortato gli Stati Uniti e altri a fornire sistemi di difesa aerea che potrebbero aiutare l’Ucraina a far fronte agli attacchi di missili e droni delle forze russe che hanno colpito città in tutto il paese e danneggiato le sue infrastrutture.

L’alto funzionario dell’amministrazione ha affermato che le forze ucraine saranno addestrate su come utilizzare il sistema Patriot in un paese terzo, aggiungendo che il processo “richiederà del tempo”.

“I soldati ucraini sono i più veloci che abbia mai visto nell’apprendere nuove tecnologie. Lo faranno da qualche parte in Germania, o in Polonia, immagino”, ha dichiarato Ben Hodges, comandante generale in pensione dell’esercito degli Stati Uniti in Europa, in un’intervista a ColorNews ucraino.

Il Patriot, progettato per proteggere un’area limitata, è “il migliore al mondo per il suo scopo”, ha detto Hodges, “per abbattere missili da crociera e velivoli avanzati” ma “non è un proiettile d’argento”.

Niente colloqui di pace

Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha detto mercoledì ai giornalisti che nuove consegne di armi all’Ucraina aggraverebbero il conflitto e che la Russia non vede alcuna possibilità di colloqui di pace con l’Ucraina.

Anche dalla Casa Bianca arriva un messaggio pessimista sulle prospettive di pace. Mosca non ha mostrato alcuna intenzione di impegnarsi in seri negoziati e Biden non spingerà l’Ucraina a negoziare la fine della guerra iniziata dalla Russia, ha affermato l’alto funzionario dell’amministrazione.

Il funzionario ha affermato che Biden “lavorerà invece con il Congresso e con i nostri alleati per mettere l’Ucraina nella migliore posizione possibile sul campo di battaglia, in modo che quando sarà il momento giusto si trovino nella migliore posizione possibile al tavolo dei negoziati”.

Iuliia Iarmolenko ha contribuito a questo rapporto. Alcune informazioni sono arrivate da Agence France-Presse e Reuters.

Ultime Notizie

Back to top button