Esteri

Aeroporto di Roma Fiumicino: una breve storia

Dalle Olimpiadi alle prove del covid, la storia del principale aeroporto di Roma.

L’Aeroporto Internazionale Leonardo Da Vinci di Roma, meglio noto come Fiumicino, ha aperto al traffico aereo il 20 agosto 1960, cinque giorni prima dell’inizio dei Giochi Olimpici della città.

L’aeroporto, considerato simbolo della ripartenza durante il boom economico italiano del dopoguerra, è stato inaugurato ufficialmente il 15 gennaio 1961.

Photo credit: Aeroporti di Roma (AdR)

Progettato per far fronte alla crescente domanda di voli per la capitale italiana, il nuovo aeroporto è nato dalla fusione di due progetti: i progetti di Riccardo Morandi e Andrea Zavitteri sono stati combinati con quelli di Amedeo Luccichenti e Vincenzo Monaco.

Il progetto definitivo fu approvato nell’agosto del 1958 ei lavori di costruzione durarono 21 mesi, durante i quali furono scoperti i resti di cinque antiche navi romane.

Durante le Olimpiadi del 1960 Fiumicino (FCO) è stato utilizzato per aiutare ad alleviare l’altro aeroporto di Roma, Ciampino.

Fiumicino non divenne però pienamente operativo fino al 15 gennaio 1961, con l’atterraggio del primo aereo di linea: il Twa Lockheed Constellation, proveniente da New York.

Situata a circa 35 km a sud-ovest del centro di Roma, Fiumicino era composta da sole due piste negli anni ’60, con una terza aggiunta nel 1973 insieme a un nuovo hangar per ospitare i Boeing 747.

Negli ultimi anni l’aeroporto ha vinto numerosi premi, tuttavia il suo livello di organizzazione e servizio clienti non è sempre stato al livello elevato di cui gode oggi.

Negli ultimi sei decenni l’aeroporto è stato anche colpito da tragici eventi come gli attentati terroristici del 1973 (32 morti) e del 1985 (13 morti).

Photo credit: Andrea Izzotti / Shutterstock.com

Anche Fiumicino ha subito una battuta d’arresto con un incendio il 7 maggio 2015, che si è diffuso al Terminal 3, provocando notevoli disagi ma nessun ferito grave.

Fiumicino ha recentemente subito un ampio programma di ammodernamento ed è stato all’avanguardia nello sviluppo tecnologico, diventando il primo aeroporto italiano ad installare e-gates.

L’aeroporto ha anche ottenuto molto successo con premi, anche tra i passeggeri, e nel 2019 ha accolto circa 44 milioni di passeggeri.

Il 2020 è stato forse l’anno più difficile di Fiumicino fino ad oggi, a causa della pandemia di coronavirus, tuttavia l’aeroporto ha raccolto la sfida applicando rigide normative covid.

L’aeroporto è stato recentemente riconosciuto anche dall’Organizzazione mondiale del turismo delle Nazioni Unite (UNWTO) per il suo impegno per la sostenibilità.

A maggio 2022 l’aeroporto ha inaugurato una nuova massiccia area di imbarco collegata al Terminal 1, dotata di 23 gate, a seguito di un investimento di 400 milioni di euro da parte della sua società di gestione Aeroporti di Roma (AdR).

A giugno 2022 Fiumicino è stato valutato per la quarta volta negli ultimi cinque anni come miglior aeroporto europeo, riconoscimento internazionale assegnato da Airports Council International (ACI) nella categoria degli hub con oltre 40 milioni di passeggeri.

Credito immagine di copertina: Francesco Lorenzetti / Shutterstock.com.

Ultime Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button