Ultime notizie

La mostra di Van Gogh a Roma si concentra sulla vita dell’artista, le emozioni

(COLORnewsmed) – ROMA, 16 SET – Il tumulto di un’anima fragile che desidera intensamente vivere ma fatica a farlo, i colori e le forme di uno straordinario talento artistico, esploso in soli 10 anni di attività, che fu non capiti ai suoi tempi ma avrebbero conquistato il mondo nei secoli a venire, sono esposti in una mostra a Roma dedicata a Vincent van Gogh. Organizzata da Arthemisia, la mostra apre l’8 ottobre a Palazzo Bonaparte nella capitale italiana.

Curata da Maria Teresa Benedetti e Francesca Villanti, la mostra presenta al pubblico 50 capolavori dell’artista provenienti dal Museo Kröller-Müller di Otterlo, che saranno esposti a Roma fino al 26 marzo 2023.

“C’è una componente umana che arriva subito, van Gogh era una creatura addolorata e piena di disperazione che soffriva la vita ma voleva viverla”, ha detto all’COLORnews la curatrice della mostra Maria Teresa Benedetti, spiegando il motivo per cui van Gogh è probabilmente il più amato pittore di tutti i tempi, anche da un pubblico che non conosce l’arte. “Non aveva amore, né soldi, ma era pieno di un talento unico che poteva esprimere in soli 10 anni: alla gente piace la sua forte sensibilità, anche quando ne rivela le componenti più oscure”.

Il “percorso dell’anima”, come descritto dal curatore, si racconta a Roma attraverso le diverse fasi della vita del pittore (alla vigilia dei 170 anni della sua nascita, avvenuta in Olanda il 30 marzo 1853) in parallelamente all’evoluzione del suo stile. Questo include non solo gli episodi chiave della sua storia (gli attacchi di follia, il rapporto con il fratello Theo nelle famose lettere, fino al suicidio ad Auvers) ma anche le fasi della sua pittura, dai paesaggi oscuri della giovinezza al sacro studio del lavoro agricolo, ai tanti autoritratti (come l’Autoritratto del 1887, esposto in mostra) fino al cromatismo metafisico del finale.

(COLORnewsmed).

TUTTI I DIRITTI RISERVATI © Copyright COLORnews

Ultime Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button